ENZO NAPOLITANO NEWS

la Campania che non conosci

Airola, onori al santo patrono, ma la piazza va valorizzata

Posted by enzonapolitano su 26 aprile, 2017

Due considerazioni a margine dei festeggiamenti domenica 23 e lunedì 24 aprile in onore del santo patrono, San Giorgio. Innanzitutto un vivo ringraziamento va al parroco, don Liberato Maglione, per aver saputo organizzare al meglio la ricorrenza, con la storica processione, completa di labari e gonfaloni, e la rassegna di Cori polifonici nella chiesa dell’Annunziata, cui hanno partecipato i gruppi delle varie parrocchie della città, la Wind Orchestra Samnium “Acli Arte Sannio” e il gruppo alunni del Liceo Musicale “Alessandro Lombardi”: è stata una serata di qualità che ha confermato il grande legame che ha unito nei secoli e ancora unisce i cittadini di Airola al loro Santo patrono. Ad incantare per la bravura in modo particolare l’esibizione del Coro adulti della Santissima Annunziata, diretto dalla prof. Concetta Bortone.
Poi però è sotto gli occhi di tutti il problema della definitiva sistemazione urbanistica della piazza, oggi intitolata a Vincenzo Lombardi. Quando nel 1980 l’amministrazione in carica decise di abbattere la chiesa parrocchiale a colpi di ruspa, senza neppure pensare ad un possibile restauro, il gesto provocò profonda indignazione nella popolazione. Da allora si è aperto il dibattito sul nuovo assetto da dare alla piazza, che di fatto ha perso la centralità che aveva negli anni Cinquanta e Sessanta. Prima la collocazione di una meridiana, Monumento ai Caduti di tutte le guerre, che non è mai piaciuta a nessuno, tanto da meritarsi il confronto con una “scell’ e baccalà”; poi due anni fa una statua in bronzo, donata alla città dai concittadini residenti negli Stati Uniti, che rappresenta San Giorgio sul cavallo nell’atto di uccidere il drago con cui il sindaco, Michele Napoletano, ha provato a rimediare, ma onestamente non basta. Resta il vuoto della mancanza di una “casa” intitolata al patrono.
Eppure l’idea di far “rinascere” quell’antica chiesa insieme alla piazza fu lanciata, tre anni fa, grazie ad un progetto di risanamento presentato all’opinione pubblica dal Movimento Città Sostenibile. Il bozzetto del professore Lorenzo Di Fabrizio, puntava a ridare vitalità ad uno spazio urbano oggi relegato a parcheggio: “Lo scempio della demolizione della chiesa avvenne solo per favorire le proprietà circostanti. Allora proponemmo all’amministrazione un progetto concreto – spiega Giuseppe Falzarano, portavoce di Mcs – che portasse a una sintesi storica tra quello in essere oggi in quel luogo, una Meridiana dedicata ai caduti in guerra, e la ricostruzione della chiesa dedicata a San Giorgio, così come prospettato nel bozzetto. Questo per dare a San Giorgio, il patrono della città, una casa e alla piazza di Airola il giusto ruolo storico che le appartiene”.


La piazza com’era ieri e come appare oggi

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Airola, grande successo per la Pasquetta al Castello

Posted by enzonapolitano su 17 aprile, 2017

Boom di visitatori oggi per la prima edizione della Pasquetta al Castello di Airola, sulla collina di Monteoliveto. Vi hanno preso parte all’incirca 2000 persone provenienti da Napoli, Benevento, Portici, Avellino, Caserta, Salerno e da altre città della Campania. Un successo inaspettato e gratificante per gli organizzatori, Gli Amici del Venerdì, che ha lanciato l’iniziativa, e un pool di associazioni e volontariato, che ha lavorato in sinergia offrendo un’accoglienza di grande qualità: la Pro Loco Airola, che ha curato l’aspetto culturale e la formazione degli studenti-Cicerone dell’Istituto d’Istruzione superiore “Alessandro Lombardi” di Airola, il Comitato Maria SS. Addolorata, l’Associazione “Pan di Zucchero”, “Viva”, San Giovanni Battista, Caudium Horses e Gi.Ca.Ra.
E’ stata l’occasione privilegiata, per gruppi di circa 20 persone alla volta, di conoscere il Castello, il più grande della Valle Caudina con i suoi 12mila metri quadrati, visitabile per buona parte del suo lungo perimetro. Particolarmente gradite dal pubblico le visite guidate organizzate durante l’intera giornata, una “no stop” protrattasi dalle 10,00 del mattino alle 18,30, che hanno consentito ai turisti di conoscere da vicino un patrimonio di inestimabile valore storico, artistico e culturale. I visitatori sono stati accolti lungo il percorso dai tamburi del ragazzi del Liceo Musicale di Airola, da cavalli e cavalieri, figuranti in costume che di colpo hanno catapultato la città al periodo dei Caracciolo, rievocando le giuste atmosfere medievali.
Contemporaneamente sul sagrato della storica chiesa dell’Addolorata il gruppo “Le Tammòre” ha allietato il pomeriggio con musica popolare pizzica e taranta. In serata gli spettacolari fuochi pirotecnici. Non sono mancati gli stand gastronomici, che hanno presentato i prodotti tipici locali. Hanno dato il loro prezioso contributo all’evento gli studenti del Lombardi: Massaro Carmen, Izzo Gaia, Ianniello Angela, Della Marca Giusy. Vellaccio Cristina, Iuliucci Alessia, Falzarano Anna, Viscariello Carmen, Ciaramella Giuseppe, Zimbardi Raffaele, Francesco Falzarano, Affinito Gianluca, Mazza Mario Gennaro, Milano Antonio, Lauritano Flavia, Abate Eliana, Cecere Guido, Cecere Palazzo Assunto, Donofrio Vincenzo, Falzarano Mariagrazia, Mennito Samantha, Cuozzo Caterina, Imbelli Nadya, Crisci Ester, Valeria Vene, Emilio Iannotta. Hanno coordinato la dirigente scolastica del Lombardi di Airola, dott.ssa Marilina Cirillo e i docenti: Ruggiero Carmine, Milucci Antonio, Lanni Pasquale, Cafasso Oscar, Clemente Cinzia, Zimbardi Caterina.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Pasquetta, visite guidate gratuite al castello di Airola

Posted by enzonapolitano su 14 aprile, 2017

La scampagnata del lunedì di Pasquetta sulla collina di Monteoliveto è un giorno da vivere pienamente en plein air all’ombra dei tanti ulivi, del Santuario della SS. Addolorata e dell’ancora suggestivo Castello medievale, simbolo indiscusso della città di Airola. Il lunedì dell’Angelo, detto anche lunedì di Pasqua, sarà l’occasione privilegiata per riscoprire le radici cristiane della nostra fede e per far conoscere il Castello, che per l’occasione, sarà visitabile lungo il suo perimetro, in attesa di una messa in sicurezza dell’intero maniero. All’iniziativa promossa dal Comune di Airola e ideata principalmente dagli “Amici del Venerdì”, prenderanno parte numerose Associazioni presenti sul territorio quali: Pro Loco Airola; Comitato “S. Pasquale”; Comitato Maria SS. Addolorata; Ass. “Pan di Zucchero”; Ass. “Viva”; Ass. San Giovanni Battista; “Volontariato Sannio”; Caudium Horses; Airolandia; Ass. Gi.Ca.Ra; Istituto d’Istruzione Superiore “A. Lombardi”. Saranno organizzate per l’occasione, in mattinata dalle ore 10.00 alle 12.00 e nel pomeriggio dalle ore 15.00 alle 18.00, grazie ai ragazzi/Ciceroni dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Alessandro Lombardi” e alla collaborazione della Pro Loco cittadina, visite guidate che daranno la possibilità ai tanti che vorranno partecipare, di conoscere più da vicino un patrimonio di inestimabile valore storico, artistico e culturale. I visitatori saranno accolti da figuranti in costume che di colpo catapulteranno la città di Airola al periodo dei Caracciolo, rievocando le atmosfere attraverso i particolari degli abiti. Alle ore 15.00 “Le Tammòre” allieteranno il primo pomeriggio con musica popolare pizzica e taranta; alle 19.30 gli spettacolari fuochi pirotecnici illumineranno l’intera collina di Monteoliveto. Non mancheranno i prodotti tipici locali, la musica, la danza e le varie attività ludiche. La tradizionale pasquetta al Santuario dell’Addolorata è un’occasione da non perdere, soprattutto nell’anno straordinario mariano cittadino, aperto ufficialmente, il primo gennaio scorso, dal Vescovo Diocesano Don Mimmo Battaglia e che si concluderà il 15 settembre 2017, festa della SS. Addolorata.
Le visite guidate, a gruppi di 20-30 persone, vanno prenotate ai numeri 338 2348262 oppure 345 4539689.

Posted in Uncategorized | 1 Comment »

Calvi, sequestrata dai carabinieri una discarica abusiva

Posted by enzonapolitano su 13 aprile, 2017

Nell’ambito dei servizi tesi a controllare e monitorare alcune aree ritenute “contaminate” o interessate da irregolarità in materia di norme ambientali, il personale del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale Carabinieri di Benevento ha proceduto al sequestro di un’area ubicata alla località Fruscio nel comune di Calvi, già adibita a discarica comunale, tra l’altro adiacente a due valloni che fanno confluire le proprie acque nel limitrofo fiume Calore. Il sito interessato al provvedimento cautelare si estende su una superficie di circa 3 ettari ed è risultato oggetto di un finanziamento europeo, proprio per le opere di bonifica da effettuarsi per la dismissione. Nel corso dei vari accertamenti, il personale specializzato del suddetto Nucleo ha riscontrato diverse inadempienze ed irregolarità da parte dei gestori e per tali ragioni si è giunti al sequestro dell’area. Numerose le violazioni riscontrate e tra esse:
–  l’assenza o non conformità al progetto delle opere per la bonifica del sito inquinato;
– l’assenza del pozzo per l’estrazione di acque profonde inquinate da metalli pesanti (amminearomatiche e clorobenzene);
– l’assenza di torce di autocombustione necessarie per l’eliminazione del biogas proveniente dal corpo rifiuti (con potenziale immissione di gas nell’ambiente circostante);
– l’assenza dell’impianto fotovoltaico (previsto dal progetto) necessario al funzionamento delle elettro-pompe sommerse, finalizzate al sollevamento del percolato ed alla raccolta delle acque contaminate, con potenziale compromissione dei terreni e valloni adiacenti, nonchè della falda idrica profonda. Il Procuratore Capo, dott. Aldo Policastro e quello Aggiunto, dott. Giovanni Conzo, condividendo l’operato della P.G., richiedevano la convalida del sequestro ed il GIP provvedeva in conformità.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Enzo Napolitano tra gli uomini illustri della Valle Caudina

Posted by enzonapolitano su 13 aprile, 2017

Il professore Vincenzo Napolitano, docente e storico, autore di numerose pubblicazioni sulla provincia di Benevento, è stato inserito, insieme all’artista e docente Lorenzo Di Fabrizio, nel volume “Le perle della Valle Caudina – Storia, geografia, archeologia, politica, chiese, conventi, monasteri, uomini illustri, monumenti, castelli, folclore” di Giovanni Cioffi. La cerimonia di presentazione si è svolta nell’ambito del ciclo di eventi culturali “Incontri con l’Autore”, organizzao dalla Pro Loco di Airola, con il patrocinio del Comune di Airola, venerdì 24 marzo nella Sala consiliare del Comune, in via Giacomo Matteotti. Erano presenti il sindaco di Airola, Michele Napoletano; il presidente della Pro Loco di Airola, dott. Ettore Ruggiero e l’assessore comunale alla Cultura, dott.ssa Angelina Capone. Sono intervenuti il prof. Aldo Lizza, che ha illustrato la figura di Di Fabrizio, e l’autore Giovanni Cioffi. Nel corso della serata è altresì intervenuto il professore Napolitano, il quale ha sottolineato l’importanza di un volume che di fatto ripercorre bene la vita di tanti uomini illustri che hanno nobilitato la crescita di un comprensorio che ha orgini gloriose, quelle dei Caudini: “Sono lieto di essere stato ricordato per le mie attività in questo libro – ha ribadito Napolitano – convinto come sono che ciascuno di noi può e deve dare il suo contributo professionale per la società in cui vive. Ho consentito con piacere all’autore Giovanni Cioffi di poter attingere alle mie ricerche in modo da ampliare le conoscenze dei giovani che sono i primi destinatari di chi si dedica alla cultura. Essa deve essere innanzitutto aperta a tutti e semplice da fruire”. Nel corso della serata l’attore Doriano Rautnik, della Scuola di Teatro “Paolo Petti”, ha letto dal libro alcuni passi scelti. Insieme al prof. Napolitano erano presenti alla manifestazione protagonisti e familiari dei personaggi citati nel libro.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Martedì 11 aprile Domenico De Masi al Lombardi di Airola

Posted by enzonapolitano su 8 aprile, 2017

 

bmd

Nell’ambito del ciclo “Incontri con l’autore” l’Istituto d’Istruzione Superiore “Alessandro Lombardi” di Airola organizza per martedì 11 aprile, alle ore 11,00 nell’Auditorium dei Licei un incontro con il prof. Domenico De Masi, sociologo e docente di Sociologia del Lavoro, in occasione della presentazione del suo libro “Lavorare gratis, lavorare tutti”, Rizzoli Editore. Sono previsti i saluti della dott.ssa Marilina Cirillo, dirigente scolastica del “Lombardi”, della dott.ssa Monica Matano, dirigente Usp di Benevento, e di Michele Napoletano, sindaco di Airola. L’argomento trattato dal popolare sociologo ad Airola rappresenta un momento importante di discussione, sia per la comunità scolastica che per la città, considerato anche il difficile periodo economico che sta attraversando il nostro Paese: “Sarà un incontro culturale utile ad interrogarsi – spiega la dirigente Cirillo – sul senso di una centralità del mondo del lavoro e del futuro dei giovani: una chiave interpretativa che va al di là delle questioni regionali e nazionali, allargandosi a contesti di problematiche lavorative globali, nelle quali la creatività e la genialità del contributo delle idee italiane, come avviene per il “made in Italy”, può determinare sbocchi di grande prestigio”.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Napoli, accordo firmato tra Conservatorio e Sofia nlus

Posted by enzonapolitano su 8 aprile, 2017

Nella prestigiosissima e ultracentenaria Biblioteca del Conservatorio di Musica del San Pietro a Majella, ha avuto luogo la sottoscrizione di un importante protocollo d’intesa, tra il Conservatorio e la S.O.F.I.A. Onlus. L’accordo è sotteso al dialogo in un’ottica artistica-culturale di riflessione sinergica che rappresenti uno stimolo in funzione di obiettivi artistici formativi allargati alla collettività.Al tavolo dei sottoscrittori, per il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, il Direttore Elsa Evangelista mentre per la S.O.F.I.A. Onlus la stessa presidente Sofia Bianco.In particolare tra le righe del protocollo è previsto, tra l’altro, che l’Associazione S.O.F.I.A. si impegna ad aderire alle proposte artistiche del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli per: diffondere e rafforzare attraverso un approccio concordato e semplificato, la pratica del canto corale nelle sue espressioni più varie e piacevoli nel contesto delle buone tradizioni, onde offrire ai ragazzi, ai giovani ed alle persone svantaggiate e bisognose, spesso vittime del gioco compulsivo, nuove opportunità di partecipazione e fruizione di momenti artistici e dei tesori professionali esistenti in Italia; contribuire a sostenere le Famiglie intervenendo con organizzazioni sociali, artistiche e sanitarie e/o altre istituzioni per agevolare l’accoglienza e la fruizione dei servizi; valorizzare la partecipazione agli eventi artistici durante l’associazionismo familiare, sociale e sportivo, svolgendo un’azione rivitalizzante di grande effetto per la tutela della salute dei minori e delle famiglie; promuovere, accanto alle attività artistiche, l’informazione, la divulgazione e la sensibilizzazione dei giovani circa l’utilizzo responsabile del denaro. Previste anche iniziative artistiche ed educative finalizzate all’accoglienza, alla solidarietà ed alla prevenzione. In particolare, il Protocollo d’Intesa consentirà di favorire e attivare importanti discussioni per: creazione delle basi teoriche e pratiche per la progettazione di piccoli e grandi gruppi corali nelle scuole e nelle comunità locali perché Il coro si fonda sulla consapevolezza del valore socialmente attivo della musica che induce un senso di comunità fra persone che si incontrano, si confrontano e si sentono valorizzate; sostegno all’attività corale, che ha funzione socializzante, aggregante, liberatoria, promuove anche finalità sul piano cognitivo, stimolando capacità di attenzione, ascolto, turnazione; la pratica del coro sviluppa la sensibilità artistica e affettiva nei ragazzi, abitua alla collaborazione di gruppo, allo scambio, al sostegno ed al rispetto reciproco; suscita la voglia di cantare insieme e migliorare il rendimento; conferenze o/e consulenze scientifiche con la presenza di esperti di vari settori (artistico, musicale, sanitario, scolastico, operativo) capaci di coinvolgere anche le famiglie; interventi di consulenza alle famiglie in difficoltà con interventi integrati, se necessari, da parte della rete di professionisti competenti coinvolti; raccolta e diffusione di conoscenze e buone pratiche sui temi artistici e della legalità; interventi di orientamento nelle scelte istruttive e formative per i giovani; percorsi artistici e folcloristici per il miglioramento delle relazioni e per il benessere personale.Preliminarmente all’attuazione di tutte queste particolari e complesse iniziative il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli e la S.O.F.I.A. Onlus vi danno appuntamento alla seconda edizione del Premio Internazionale S.O.F.I.A. in agenda per il 21 aprile, con inizio alle ore 1730, nella Sala Scarlatti. Presenta Gabriele Blair.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Airola, al Lombardi Sami Modiano reduce da Auschwitz

Posted by enzonapolitano su 25 febbraio, 2017

sami-modiano-02Nell’ambito delle iniziative tese a promuovere la cultura della legalità e il rispetto per la natura umana, l’Istituto Superiore “Alessandro Lombardi” di Airola ha tenuto nella palestra interna un incontro con il signor Sami Modiano, uno degli ultimi reduci della Shoah, sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Alla manifestazione intitolata “Il dovere di ricordare”, fortemente voluta dalla dirigente scolastica del “Lombardi”, professoressa Marilina Cirillo, hanno partecipato gli studenti di tutti gli indirizzi scolastici dell’Istituto. Erano inoltre presenti il sindaco di Airola, Michele Napoletano, l’assessore comunale alla Cultura, dottoressa Angelina Capone, molti dirigenti scolastici del territorio, autorità civili e religiose. Una cerimonia intensa che si è aperta con lo scoprimento di una stele artistica in ferro, a ricordo della visita di Modiano, realizzata dai docenti e dagli studenti dell’indirizzo professionale. Successivamente Modiano ed il sindaco di Airola hanno piantato un giovane albero di ulivo, a testimonianza del messaggio di pace lanciato dall’iniziativa. Lungo il corridoio principale dell’istituto è stata allestita la mostra fotografica “Passarono per il camino – Pensaci uomo”, curata da Gigino Nostrale. Sami Modiano, 87 anni, accompagnato dalla moglie Selma, ha raccontato agli studenti la sua storia dolorosa, l’infanzia negata e l’esperienza tragica del campo di sterminio, vissuta insieme al papà Giacobbe e alla sorella Lucia, ambedue morti nel lager. Toccante il racconto del suo arrivo ad Auschwitz-Birkenau: “Papà mi teneva la mano e mi sentivo ancora fortunato – ha detto – Ci rasarono, denudarono, disinfettarono e ci fecero la doccia. Poi ci diedero un pigiana, zoccoli e un cappellino; infine ci tatuarono il numero sul braccio. Fummo presi dai kapò, più barbari dei tedeschi e buttati nelle baracche. Chi mi accolse, mi disse: “Guarda bene quel fumo che sale: lì ci sono le anime dei tuoi cari”. Le persone arrivate insieme a noi col treno e mandate a sinistra da Megele, il giorno dopo erano morte nei forni crematori”.  L’unica via d’uscita da Birkenau era la morte ed in tanti si suicidarono”. Poi l’esperienza vissuta con Piero Terracina: “Insieme  – ha raccontato Modiano – andavamo a raccogliere con la carretta i cadaveri fulminati dall’alta tensione”.   Una platea attenta di studenti che ha seguito quei novanta minuti di racconto con intensa partecipazione, silenzio e commozione: in tanti di loro avevano le lacrime agli occhi. Nelle dediche firmate ai ragazzi sul suo libro “Per questo ho vissuto”,  sempre la stessa frase: “mai più” ed il suo numero di matricola del campo di sterminio tatuato sul braccio. La dirigente scolastica del “Lombardi”,  Marilina Cirillo, così ha commentato l’iniziativa: “E’ stata una giornata straordinaria – ha detto – che ha insegnato tanto a ciascuno di noi. Siamo davvero onorati di avere ospitato un personaggio di caratura internazionale come Sami Modiano, che dopo 60 anni porta nel mondo la sua testimonianza ed il suo messaggio di pace. E’ stata un’esperienza unica, intensa e significativa, che è riuscita a toccare i cuori di tutti. Credo sia questo il modo migliore per arricchire la coscienza civile dei nostri giovani, contro ogni tipo di violenza e di discriminazione razziale”.

Posted in Uncategorized | 1 Comment »

Napoli, pizza famiglia convenzionata con le Acli

Posted by enzonapolitano su 15 febbraio, 2017

NapoliIl 2017 si apre con un pieno di novità per Francesco Gallifuoco, pizzaiolo-patron della pizzeria-ristorante Franco, ubicata a due passi dalla Stazione Centrale di Napoli. Gallifuoco, da sempre molto sensibile alle problematiche sociali, ha appena stipulato un accordo con le Acli (Associazioni cristiane lavoratori italiani) di Napoli per regalare ogni settimana un lunedì “speciale” a una famiglia con ridotte possibilità economiche. Alle famiglie di volta in volta selezionate dalle stesse Acli, dando la preferenza a quelle con bambini piccoli, verrà offerto l’ingresso al cinema e una serata in pizzeria. L’iniziativa dei “lunedì della famiglia” partirà il 20 febbraio e andrà avanti fino alla fine di giugno. Le novità, però, non terminano qui. Al menu in braille, già introdotto a maggio 2016, andrà ad affiancarsi una descrizione video del menu nella lingua dei segni sviluppato dall’ENS (Ente Nazionale Sordi) di Napoli. Il locale, riaperto da pochi giorni, dopo un restyling che lo ha ulteriormente valorizzato, punta molto sull’alta qualità degli ingredienti e sulla freschezza del pescato impiegato nelle preparazioni della cucina, a cura dello chef Gennaro Zannotti, che si rifanno alla tradizione gastronomica partenopea. Il rapporto dei Gallifuoco con la cucina inizia già alla fine dell’800 col bisnonno di Francesco, per poi dare vita nel 1966 al “Ristorante Pizzeria Franco”, in cui la tradizione è garantita anche dalla lunga esperienza in cucina di Maria Calabrese, mamma dell’attuale titolare.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Airola, parte oggi Adventum 2016. Tre giorni di appuntamenti.

Posted by enzonapolitano su 16 dicembre, 2016

airola-conferenza-stampa-adventum-2016-01Poco meno di un’ora, alle 17,00 di oggi parte “Adventum”, la kermesse dell’avvento, che si tiene nel cuore del centro storico di Airola da venerdì 16 a domenica 18 dicembre. Grande quest’anno lo sforzo della rinnovata Pro loco, che organizza la tre giorni, in collaborazione con il Comune di Airola, il Touring Club Italiano, l’Unpli e la Coldiretti Benevento per riscoprire gli antichi cortili e gli angoli più suggestivi attraverso un lungo tracciato che parte da piazza San Giovanni ai Portisi e raggiunge, attraverso il rione San Domenico il vecchio borgo di San Donato: più di un chilometro di storia cittadina, rivissuto nell’atmosfera magica di un “villaggio di Natale”. Tante le novità di questa edizione, illustrate ieri nel corso di una conferenza stampa nella sala consiliare di palazzo Verginiani, alla presenza del presidente della Pro loco, Ettore Ruggiero, del sindaco, Michele Napoletano, e del vicesindaco, Carmine Influenza: la casa di Babbo Natale con renne ed elfi, spettacoli per bambini, un percorso presepiale, zampognari in cammino, mostre di pittura ed incontri culturali. Una cartina a colori guiderà il percorso dei visitatori. Circa un centinaio le botteghe artigianali, gli stands e le casette che esporranno le eccellenze enogastronomiche legate al territorio sannita. Inoltre, per la prima volta in un centro storico, sarà possibile vedere da vicino alcuni animali particolari del “Giardino segreto”, l’area florofaunistica a tema di Airola, che accoglie migliaia di specie e razze da tutto il mondo: “L’idea di questa edizione di Adventum – dice il presidente della Pro loco, Ettore Ruggiero – è quella di promuovere soprattutto il centro storico. Infatti il percorso stavolta tocca gli angoli più suggestivi della città. Nelle tre chiese di San Giovanni, San Domenico e San Donato le varie corali parrocchiali della città presenteranno i loro concerti natalizi, ma abbiamo voluto coinvolgere nella rassegna anche le tre scuole, elementare “Padre Pio”, media “Vanvitelli” e superiore “Lombardi”, con il suo liceo musicale, in una collaborazione sinergica di ottimo livello”.
Venerdì 16, apertura ufficiale dei Mercatini di Natale in piazza San Giovanni alle 17,00 e poi, nell’ex carcere di palazzo San Domenico, alle ore 17,30 la presentazione del libro “Il rapimento del campione, il Napoli, i terroristi e il fuoriclasse”, di Toni Ivarone. L’autore sarà intervistato dai giornalisti Enzo Napolitano e Sandro Tacinelli. Grande attesa alle 19,00 nel piazzale di palazzo San Domenico per il musical “Crescere nella diversità”. Quindi spettacoli e atmosfere del Natale fino a tarda sera.
Sabato 17 alle 17,30 l’arrivo di Babbo Natale con elfo e renna, che accoglierà tutti i bambini nella sua casa, allestita in piazza San Donato; e alle 18,30 nell’ex carcere di palazzo San Domenico la presentazione del volume della poetessa Angela Ragusa “Inverso ritorno” con la partecipazione musicale del maestro flautista, Giuseppe Branca. Quindi alle 19,30 nella Chiesa di San Giovanni Battista ai Portisi l’esibizione natalizia della premiata Corale polifonica dell’Annunziata e per chiudere la Tombolata di Pulcinella.
Domenica 18, giornata interamente dedicata al mondo dei bambini, con il teatro dei burattini, spettacoli comici, di magia e alle 22, 00 la grande sfilata finale di Babbo Natale.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »