ENZO NAPOLITANO NEWS

la Campania che non conosci

LETTERE

lettere


DIVENTARE GIORNALISTA FREELANCE

Egregio Dott. Napolitano,
sono un ex fisico del CNR che ha recentemente conseguito un Master in Giornalismo scientifico e Comunicazione istituzionale della scienza. Al corso i nostri docenti ci hanno caldamente sconsigliato di tentare la strada come freelance per riviste scientifiche e/o quotidiani, in quanto pare che ormai non ci sia più molta speranza in quel campo, e di vagliare invece la possibilità di intraprendere l’attività di freelance come addetti stampa, dove le probabilità sono forse un po’ più elevate. Incuriosito, ho deciso quindi di svolgere lo stage obbligatorio nell’ufficio stampa della mia Università, imparando a svolgere attività di comunicazione e soprattutto a redigere correttamente un comunicato stampa. Ora che finalmente ho acquisito (spero) le adeguate competenze, mi chiedevo: da dove devo cominciare per diventare addetto stampa freelance? Qual è il corretto iter da svolgere? Esiste una tariffa minima per ogni c.s.?

Roberto B.

Gentile collega, Le faccio innanzitutto gli auguri per il suo futuro e la sua carriera giornalistica. Le posso anticipare che c’è molta strada da fare ed una buona parte è in salita. Glielo dico per esperienza: ho alle mie spalle un’attività di 28 anni. Un consiglio: si apra subito una partita iva dedicata e cominci a martellare agenzie, imprese, Comuni con i suoi servizi. Mantenga alta la testa e vedrà che alla fine, se vale, qualcuno la noterà. In questo mestiere bisogna avere presunzione e stoffa. Per le tariffe, quelle fissate dall’Ordine sono sul mio sito e le può liberamente scaricare cliccando nella pagina DOWNLOAD sezione modulistica.
Poi mi faccia sapere com’è andata. Cordialità e in bocca al lupo.

barra04

L’IPOTESI DELL’INVALSI E’ SCORRETTA E OFFENSIVA

Sono la Dirigente dell’Istituto Comprensivo “A. Frank” di Roccagorga. Nella giornata odierna ho letto un articolo che fa riferimento ai risultati della prova nazionale. Trovo l’ipotesi fatta scorretta ed offensiva. Secondo questo articolo, L’Invalsi avrebbe avallato la seguente ipotesi: “gli studenti del sud sono stati aiutati dai docenti e quindi sono risultati più bravi di quelli del nord, in realtà è il contrario”. Non so se lei si rende conto di quanto sia offensiva questa affermazione. Nelle mie scuole, quella che dirigo e quella dove sono andata come presidente d’esame, sono stata lì come un cerbero e lo stesso hanno fatto i docenti. Nella mia scuola di Roccagorga, due classi terze, addirittura gli alunni sono stati messi tutti in un grande ambiente letteralmente contornati da docenti per impedire anche che copiassero l’uno dall’altro e per evitare che ci fossero differenze di trattamento tra classi.
Un’affermazione del genere è quello che serviva oggi per deprimere ulteriormente il morale dei docenti aggrediti come sono giornalmente dalla Lega..

M. Dolores Capodilupo

Mia cara dirigente, la notizia, pubblicata giorni fa da Repubblica e ripresa nel nostro blog (LEGGI L’ARTICOLO) ha provocato non poche polemiche, ma fa riflettere: come docente non posso che confermare quasi tutto quello che mi scrive; come giornalista invece non mi trova d’accordo sul giudizio interpretativo della prova. Il metodo oggettivo utilizzato dall’Invalsi è scientifico, in molti casi deduttivo e conseguenziale nelle risposte. Ciò implica che ad un dato risultato C si può arrivare solo se si raggiungono precedenti e logiche risposte A e B. Chi copia o viene aiutato, come si può dire, “lascia una scia” facilmente tracciabile dai correttori; così anche gli “aiutini” che possono venire dai prof (plus valore di fondo). E’ questo il dato Invalsi che emerge per gli studenti meridionali. Non altro. La prova registra soltanto questo: non che al Nord siano più bravi che al Sud. Prendo atto della serietà di molti istituti scolastici meridionali come il Suo  nel gestire con rigore la prova. Però il problema è che stavolta la percentuale delle anomalie sul nostro territorio è stata piuttosto alta: tale da far emergere quello scompenso statistico di cui parlavo prima. Il dato allora deve far riflettere. Per quanto riguarda poi il livello di conoscenze e di competenze degli studenti italiani, nonostante gli sforzi e l’impegno del corpo docente, credo che non ci sia poi tanta differenza tra Nord e Sud: c’è poco da fare, quanto a risultati concreti siamo il fanalino di coda in Europa. Ma qui si aprirebbe un discorso più ampio e complesso… Ad ogni modo auguri per il suo lavoro.

barra04

ORA NON AVREMO PIU’ PAURA ?

Ciao professore, che ne pensi delle ronde cittadine e delle ultime decisioni del governo Berlusconi in materia di clandestini ? Finalmente due provvedimenti importanti che ci renderanno la certezza del diritto, senza avere più paura di uscire di casa o di sentirsi quasi ospiti degli immigrati nella nostra terra.

Ivan_78

Mio caro amico, sicurezza non vuol dire chiudersi a riccio ed allontanare chi non ci piace oppure ci può dare fastidio. La invito a riflettere su questa breve poesia, poco conosciuta, di Martin Niemoller:

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari,
e fui contento, perchè rubacchiavano
Poi vennero a prendere gli ebrei,
e stetti zitto, perchè mi stavano antipatici
Poi vennero a prendere gli omosessuali,
e fui sollevato, perchè erano fastidiosi
Poi vennero a prendere i comunisti,
ed io non dissi niente, perchè non ero comunista
Un giorno vennero a prendere me,
e non c’era rimasto nessuno a protestare.

barra04

QUEI SACCHETTI DELLA SPESA…

Caro dottore, alle volte ci penso: ma perchè al supermercato dobbiamo pagarci le buste quando sopra c’è la pubblicità? Non sarebbe giusto che le dessero in omaggio? In fondo ce le portiamo a spasso per le strade come propaganda gratuita… Non le pare?

Alessandra

Le catene di supermercati, si sa, ci fanno pagare le buste per contenere la spesa, le famose “shoppers” sullo scontrino. Di solito il costo varia da 0,05 a 0,20 euro. Ma perchè? In fondo ci mettono il loro marchio sopra. La cosa giusta sarebbe che non ce le facessero pagare, perchè in effetti la pubblicità che gli facciamo in giro (per la strada, a casa) “sconta” tutto. E’ un po’ come pagassero il servizio che ci offrono come contenitore della spesa. “Ti do in cambio di”. Loro lo sanno bene. Ma così non è, purtroppo. Se proprio vogliono venderci il sacchetto, deve essere senza marchio sopra. Visto che le cose stanno così male, allora la cosa migliore è portarcele da casa: risparmiamo, ricicliamo e inquiniamo meno. Chissà che non si possa provare un class action contro questo abuso.

barra04


MA CHE RAZZA DI GENTE SIAMO ?

Caro direttore, ho appena letto sul tuo sito i risultati delle elezioni amministrative nel Sannio. Ma è possibile che ci lamentiamo sempre di chi ci comanda e poi, quando andiamo a votare abbiamo paura di cambiare? Fanno bene quelli del Nord a volerci scaricare. Ma che razza di gente siamo?

Tonino  – Montesarchio

Non credo che sia una questione di Nord e Sud. L’Italiano ha un carattere un po’ strano, è vero: a chiacchiere mette sottosopra il mondo. Ha la ricetta per trovare ogni soluzione, ma quando arriva il momento gli sta bene quel poco che ha. Non ama rischiare. Può essere negativo, ma forse anche positivo, dipende dai punti di vista. E’ la storia del bicchiere mezzo vuoto e mezzo pieno. Comunque, visto che “fanno bene quelli del Nord”, se non ti va bene qui, puoi sempre emigrare in Padania… Ciao.

barra04

LA FINE DEL MONDO

Ciao. Girando sul web ho sentito dire che nel 2012 è prevista la fine del mondo. Sinceramente sono un po’ preoccupata. Tu cosa ne pensi?

Valeria T. – Cremona

Ogni tanto c’è qualche profeta di sventure che si mette a predicare la fine del mondo. Ormai ci siamo abituati. Da Cristiano, penso che la fine del mondo  arriverà, ma la data non è scritta da nessuna parte.  Comunque sulla data del 2012 ho pubblicato un articolo che ti chiarirà un po’ le idee. Ciao. CLICCA QUI

barra04

VOTARE O NON VOTARE?

Caro prof, la politica è diventata uno schifo. Stanno solo a litigare, mentre noi lavoratori a stento arriviamo alla fine del mese, facendo tanti sacrifici. E tra poco andremo pure a votarli al parlamento europeo… questi str…… Quasi quasi me ne vado in montagna a fare un pic nic quel giorno. Che ne dice?

Maria da Marcianise

Dico che non va bene. Il voto è un diritto-dovere previsto dalla Costituzione. Abbiamo la possibilità di punire chi sbaglia. Perchè rinunciare? Ma lo sa quante persone nel mondo vorrebbero votare e non lo possono fare? Non faccia questo errore. E’ vero, stiamo attraversando un brutto periodo. Ma non per questo bisogna buttare via “l’acqua sporca cu tutt’ ‘a criatura“. Se lo ricorda questo detto? Vada a votare per l’Europa di domani. La democrazia è un patrimonio inestimabile, che apprezziamo solo quando l’abbiamo perduto.

barra04

MIO FIGLIO MI RESPINGE

Sono madre di un figlio di 15 anni. Da un po’ di tempo lo vedo scontroso, introverso. Ha cambiato linguaggio, usa parolacce. Vorrei parlargli, capire cosa gli sta succedendo, ma ogni volta che ci provo, mi respinge e dice che sono fatti suoi. Vede, io sono vedova da 7 anni e forse gli manca la figura del padre. Cosa posso fare?

Francesca – Caserta

Mia cara amica, l’adolescenza è un periodo di cambiamenti fisici e e psicologici. Subentrano nuovi interessi e necessità, nuovi legami anche sentimentali. L’età tra i 13 e i 16 anni è quella più difficile:si dice che non sono “nè carne, nè pesce”. I ragazzi credono di essere già grandi, mentre nella sostanza sono ancora bambinoni e hanno bisogno degli adulti. Il fatto è che non vogliono chiederci aiuto. Però ci lanciano continuamente dei segnali. Vogliono provare a fare i grandi senza esserlo. E’ un’età pericolosa, perchè sono facilmente assoggettabili a mode e tendenze. Nel bene e nel male. Le posso consigliare di seguire suo figlio senza essere invadente. Seguirlo nei suoi interessi aspettando che sia lui a farsi avanti. Frequenti le sue cose, la sua cameretta, con molta discrezione. Non lo affronti di petto, perchè sta crescendo. Soprattutto non lo lasci solo. E’ un nostro dovere capire i figli ed abbiamo l’esperienza per intervenire. Si ricordi sempre che loro non sono stati ancora adulti, ma noi siamo già stati giovani. Auguri.

barra04

MANDIAMOLI VIA

Vorrei proprio sapere che ne pensa di tutti questi extracomunitari che sbarcano continuamente sulle nostre coste italiane. Lei che ama tanto il Sud. Questa gente viene a toglierci il lavoro e a portarci solo delinquenza e tanti problemi. Arrivederci e complimenti per il sito. Può firmarmi per esteso se vuole.

Antonio Romano – Napoli

Vuole sapere che ne penso? Penso che questa è gente disperata, che non ha più niente da perdere. Penso che sono persone a cui bisogna dare ancora una speranza. Un uomo senza speranze, è un uomo morto. Penso che anche noi abbiamo emigrato negli Stati Uniti, in Germania, in Argentina, negli anni bui del dopoguerra. Nessuno ci ha cacciato via. La Francia ha tanti più extracomunitari di noi ed è una nazione ricca. Stia tranquillo, il lavoro non ce lo toglieranno, semplicemente perchè non ce n’è. Che lo voglia oppure no, l’Italia è una nazione vecchia e viziata (chi vuole più zappare la terra o fare lavori umili?) e deve fare i conti con questa realtà. Mi ascolti: se ne vede uno per la strada, provi a conoscerlo. A fare amicizia. Magari si sfoghi con lui, invece che con me. Scoprirà un universo nuovo. Ciao e grazie per i complimenti.

barra04

MA CHE FESTA E’ ?

Caro prof. sto alla tv a guardare il concerto del 1° maggio.

Le chiedo, ma è questa la festa dei lavoratori? E poi con la crisi che c’è chi ce l’ha la voglia di festeggiare… Un saluto.

Sandro P.  – Montesarchio

Caro Sandro, in effetti c’è poco da stare allegri. C’è aria di crisi dappertutto. I negozi chiudono oppure sono vuoti e il lavoro scarseggia. Ha ragione: la Festa del Lavoro  quest’anno sembra non avere senso.

Ma il gran concerto del 1° maggio, quello tiene sempre.

Per il resto, solo aria fritta. Ciao.

barra04

2 Risposte to “LETTERE”

  1. […] LETTERE […]

  2. […] LETTERE […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: