ENZO NAPOLITANO

Storie a un passo dalla vita

Airola, il consigliere Maltese: “Prima della riapertura delle scuole, bisogna mettere in sicurezza il territorio”

Posted by redazione su 28 aprile, 2021

Riceviamo dal consigliere comunale di Airola, Pippo Maltese, e pubblichiamo:

“La questione non è aprire o chiudere le scuole, prima di tutto perché le scuole non sono mai state chiuse e anche perché in materia ha già deciso il Governo, prima con il DL 44 e poi con il DL 52, fornendo tutti gli strumenti giuridici anche per eventuali necessarie deroghe in caso di grave pericolo di contagio. Dall’inizio della pandemia, la scuola ha organizzato le proprie attività prevalentemente con la Didattica a Distanza (DAD). Ciononostante i contagi sono aumentati e tutti concordiamo che se oggi ad Airola cominciasse la didattica in presenza, senza alcun accorgimento di progressione e proporzione tra rischio e beneficio, verosimilmente, la situazione potrebbe peggiorare. Lo hanno detto molto garbatamente anche i Dirigenti Scolastici, sostenendo il rispetto della norma e confermando la rispettiva piena ed efficace operatività organizzativa e didattica ed indicando anche le principali probabili criticità oggettive in una fase finale e delicata del percorso scolastico (adattamento in presenza ed interruzioni successive), specialmente per quella parte di popolazione scolastica in prossimità di scrutini ed esami. Per essere concreti ora bisogna ricercare le vere cause del contagio e le concrete azioni per contrastarle, nel rispetto della Legge (come hanno precisato anche gli Uffici Comunali con i pareri contrari di legittimità e di fattibilità a quelle che erano le intenzioni del Sindaco in Consiglio Comunale). Come, d’altronde, si sta facendo in tutta Italia. Questa è stata la posizione del Gruppo Consiliare Democrazia e Partecipazione in Consiglio Comunale, a sostegno del Sindaco, su cui gravano le responsabilità oggettive della gestione pandemica ad Airola. Per potere garantire la didattica in presenza in sicurezza bisogna prima mettere in sicurezza il territorio e se oggi siamo in ritardo rispetto al resto dell’Italia, le ragioni le possiamo solo ricercare alle nostre capacità civiche ed istituzionali. Se aspettiamo che la situazione si risolva da sola, siamo sulla cattiva strada. Semplici regole sociali rimangono alla base della civica convivenza: distanziamento, mascherina indossata e corretta igiene personale; non dovrebbero imporcele, agiamo spontaneamente. Questo è lo spirito della norma (DL 52/2021) che sprona tutti a riprendere con progressione e proporzione la normale vita
sociale alla quale siamo abituati. Un unico rammarico: chi ha agito legittimamente e nel rispetto della norma, è stato frainteso e talvolta anche considerato un intralcio per talune aspettative, anch’esse legittime ma, probabilmente, con priorità diverse rispetto alla normativa vigente. Questo ci faccia riflettere e ci aiuti a guardare avanti, con l’obiettivo
di ritornare quanto prima e con equilibrio alla vita normale”.
Giuseppe Maltese
Cons. Comunale “DeP”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: