ENZO NAPOLITANO

Storie a un passo dalla vita

Archive for settembre 2020

Campoli Monte Tabumo, stava per esplodere fuochi d’artificio non autorizzati. Fermato dai carabinieri

Posted by redazione su 23 settembre, 2020

Nel pomeriggio di ieri, in Campoli del Monte Taburno (BN), durante lo svolgimento di controlli predisposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Montesarchio (BN) in occasione delle elezioni comunali, i militari della Stazione CC di Cautano (BN) hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica un 53enne del posto resosi responsabile di fabbricazione abusiva di materie esplodenti.Lo stesso, al termine dello spoglio per le consultazioni elettorali comunali, veniva sorpreso in un fondo agricolo nel mentre si accingeva a far esplodere, senza autorizzazione, due artifizi pirotecnici del peso di 500 grammi ciascuno utilizzando un mortaio di piccole dimensioni.Il Mortaio e gli artifizi pirotecnici venivano sottoposti a sequestro (Foto di repertorio)

Posted in Articoli | Leave a Comment »

Telese Terme, sequestrato mezzo quintale di alimenti in una paninoteca

Posted by redazione su 18 settembre, 2020

I Carabinieri della Stazione Forstale di Telese Terme operanti nell’ambito degli accertamenti relativi all’etichettatura ed alla tracciabilità degli alimenti, a seguito di mirati controlli per la tutela della salute pubblica, hanno posto sotto sequestro alimenti destinati al consumo umano per circa Kg 50, rinvenuti senza indicazioni di tracking presso una nota paninoteca in Telerse Terme. L’ispezione effettuata ha avuto come obiettivo anche la verifica dei requisiti igienico sanitari, basilari nel campo della somministrazione alimentare. L’intento dei Carabinieri Forestale ha determinato la sospensione e la chiusura immediata dell’attività in attesa di un adeguamento alle vigenti norme che regolano la materia.

Posted in Articoli | Leave a Comment »

Telese Terme, coltivavano marijuana vicino al fiume Calore

Posted by redazione su 10 settembre, 2020

Questa mattina, a Telese Terme, località Ripa delle Vigne, i carabinieri della locale Stazione Carabinieri unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile, a conclusione di una serrata attività investigativa finalizzata al contrasto dello spaccio e del traffico di sostanze stupefacenti e dopo alcuni servizi di appostamento, hanno tratto in arresto 4 giovani incensurati, poco più che ventenni, tutti domiciliati del centro termale. I quattro sono stati colti in flagranza di reato, mentre coltivavano diverse piante di marijuana in buono stato vegetativo di circa 2 metri di altezza. Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria i militari dell’Arma hanno provveduto a sequestrare tutte e tredici le piante che venivano accudite dai giovani, in una zona impervia nei pressi delle sponde del fiume Calore ed hanno proceduto ad effettuare perquisizioni domiciliari nelle abitazioni dei giovani e nei  locali annessi. In un garage sono stati rinvenuti e sequestrati:

  • Due bilancini di precisione;
  • N. 11 bustine, contenenti 11 grammi complessivi di marijuana, già confezionate e pronte per essere spacciate; 
  • N.300 bustine dello stesso tipo vuote;
  • Un coltello con tracce di hashish che verosimilmente serviva per preparare lo stupefacente. 

Dopo le consuete formalità, i quattro giovani sono stati dichiarati in arresto con l’accusa di produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti destinate allo spaccio e, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, sono stati accompagnati presso le rispettive abitazioni in regime di detenzione domiciliare.   

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Melizzano, abbandono rifiuti: sequestrata area di 140 metri quadrati

Posted by redazione su 4 settembre, 2020

Nel corso dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale svolti dai Carabinieri del Gruppo Forestale di Benevento, nell’ambito di questa provincia:

– a Melizzano, in località Santo Spirito, personale della Stazione CC Forestale di Telese Terme ha posto sotto sequestro un’area di circa 140 mq di materiale inerte, proveniente da scarti di demolizione per la realizzazione di un piazzale di grosse dimensioni. Sono in corso gli accertamenti per identificare le persone che a vario titolo sono ritenuti responsabili della violazione ambientale;

    a San Leucio del Sannio, presso un’area in località San Marcello, i militari della Stazione CC Forestale di Montesarchio hanno riscontrato diversi cumuli di rifiuti abbandonati e, dopo gli opportuni accertamenti, hanno provveduto a denunciare alla locale Procura della Repubblica due persone di quel centro, rispettivamente il proprietario del terreno, ove sono stati abbandonati i rifiuti e il titolare dell’impresa edile responsabile dello spostamento degli scarti edilizi dai cantieri aperti nell’area di deposito che, pertanto è stata posta sotto sequestro giudiziario.   

Posted in Articoli | Leave a Comment »

Benevento, abbatte un cinghiale: denunciato cacciatore di fauna selvatica

Posted by redazione su 3 settembre, 2020

Ieri, giorno di preapertura della caccia ad alcune specie, la Stazione Carabinieri Forestale di Benevento ha effettuato numerosi controlli venatori. Nel corso di tale attività, anche a seguito della segnalazione effettuata alla Centrale Operativa 112 di Benevento dalle guardie volontarie venatorie dell’Associazione Nazionale Libera Caccia, i militari della Stazione di Benevento sono intervenuti presso la località Pietratagliata del capoluogo sannita.  Qui, unitamente ai predetti volontari, i militari hanno avuto modo di acclarare la commissione del reato di esercizio di caccia al riguardo di fauna selvatica al di fuori dei periodi stabiliti dal calendario venatorio, nella fattispecie un cinghiale, ai sensi degli artt. 18 e 30 comma 1 legge 157/92. Il responsabile del reato, residente nell’hinterland napoletano, è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria in stato di libertà, mentre il fucile utilizzato, le numerose cartucce detenute e la carcassa dell’animale che era stata già eviscerata in loco al momento dell’abbattimento, sono stati sottoposti a sequestro penale probatorio. I militari, come di prassi, hanno successivamente coinvolto negli accertamenti i veterinari dell’ASL di Benevento, i quali hanno proceduto agli accertamenti di rito tesi alla verifica di eventuali patologie dell’animale. La carcassa del cinghiale, infine, è stata affidata ad una ditta autorizzata per il successivo smaltimento tramite distruzione. Le attività di contrasto alle pratiche venatorie illegali saranno oggetto di ulteriori servizi mirati da parte dei militari dei Carabinieri Forestale, sia in occasione delle imminenti ulteriori giornate di preapertura, sia durante il periodo di apertura della caccia. 

 

Posted in Articoli | Leave a Comment »