ENZO NAPOLITANO NEWS

la Campania che non conosci

San Giorgio del Sannio, annunciato il licenziamento di 17 dipendenti alla Tsat

Posted by enzonapolitano su 7 novembre, 2014

WP_20141015_008La società Tsat SpA di Milano ha annunciato l’avvio della procedura per il licenziamento collettivo di n. 17 dipendenti (1 dirigente, 14 impiegati e 2 impiegate part time) in servizio presso l’unità produttiva di San Giorgio del Sannio (Bn), ai sensi e per gli effetti degli artt. 24, 4 e 5 della legge n. 223/1991. Tsat Spa ha sede e laboratori in San Giorgio del Sannio e Milano, ed è specializzata nello sviluppo di sistemi software complessi (sia embedded che ad alto livello di astrazione), nonché nello sviluppo di sottosistemi per impiego aerospaziale. In particolare la società si occupa: dello sviluppo di driver per sistemi On-Board – o più in generale – embedded, dello sviluppo di sistemi e applicazioni Ground, dell’elaborazione e la gestione di dati, della progettazione e la realizzazione di sistemi telematici, della fornitura di pacchetti integrati di prodotti e servizi ad alto contenuto tecnologico. La società ha anche prodotto sottosistemi e prototipi per uso aerospaziale, per l’osservazione della Terra, per la Sicurezza Satellitare, per l’Infomobilità, per la Videosorveglianza e la Robotica. I 17 lavoratori sono senza stipendio da ormai sei mesi e hanno notificato al datore di lavoro, tramite l’Ufficio legale della Uil Avellino/Benevento, i decreti ingiuntivi per il recupero delle competenze arretrate. “Respingeremo la richiesta di adesione alla procedura di mobilità – dichiara Giuseppe Forgione, segretario territoriale della UilM Avellino/Benevento – perché l’azienda si è comportata proprio male chiudendo i battenti da un giorno all’altro, con lo stacco per morosità dell’energia elettrica da parte dell’Enel, e buttando i lavoratori nella più assoluta disperazione”. “Purtroppo la chiusura di Tsat nel Sannio – aggiunge Fioravante Bosco, segretario generale aggiunto della Uil Avellino/Benevento – è la dimostrazione che ormai anche le imprese più salde, più affermate e più tecnologicamente avanzate non tengono all’incedere di una crisi senza precedenti. L’enorme debito di Tsat, oltre cinque milioni di euro accertati, sembra essere irrecuperabile, e quindi la sorte dell’Azienda appare ormai segnata. Nonostante ciò, continueremo a proseguire la lotta nel tentativo di salvaguardare i diritti dei lavoratori e denunceremo agli organi competenti gli amministratori e i revisori contabili che hanno determinato tale scempio ai danni di questi 17 bravi professionisti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: