ENZO NAPOLITANO

Storie a un passo dalla vita

Cala il sipario su “Sannio tra sapore e folklore”. Com’è andata

Posted by redazione su 26 agosto, 2014

tiro fune okCala il sipario su “Sannio tra sapore e folklore”, la kermesse organizzata dall’UNPLI ed è tempo di bilanci. Un vero successo. Ottima riuscita del “Palio dei giochi perduti”, che ha rispolverato vecchi svaghi e vecchie passioni nei partecipanti più anziani, mentre la curiosità ha spronato i più giovani. Le diverse Pro Loco si sono affrontate nello spirito della competizione e nel rispetto dell’avversario. Ad imporsi è stata la Pro Loco di Apollosa, che si è aggiudicata due sfide con il punteggio più alto: nella “corsa nei sacchi”, con Pirozzi Angelantonio, e nella “campana”, con Francesca Giuseppe. Le altre tre sfide se le sono divise la Pro Loco di Pago Veiano e quella di Bonea, che si è portata a casa la “corsa nei sacchi”. Pago Veiano invece ha trionfato nel “mazza e piuozo”, ma soprattutto nel redivivo “tiro alla fune”, competizione in cui l’esperienza dei più anziani ha fatto la differenza. Ricca e variegata è stata l’offerta degli stand che hanno costellato l’intero corso Montella durante la sera, salvo alcuni inguardabili spazi vuoti e poco illuminati, che hanno segnalato la poca omogeneità nella disposizione. Una vetrina importante per i vini D.O.C. di Solopaca, il “Cocceius” e l’intenso “OS”, un vino da dessert preparato con uve moscate, ma anche di Bonea e Montesarchio con la classica Falanghina, l’Aglianico e rosè. Ma è stato il cibo a farla da padrone. Prodotti di ogni genere: dalla pizza sciriatura del Borgo di Airola, alle pettole e alle montanare di S. Angelo a Lupolo; dai peperoni imbottiti di Foglianise al maialetto con patate di Apollosa; dalla pasta e fagioli di Bonea alla carne di cinghiale di Dugenta. Presenti anche i dessert, per non farci mancare proprio niente. Una vera sfilata di tradizioni e gusti in piena regola dunque. Di particolare interesse lo stand di alcuni ragazzi di Paolisi. Tazze personalizzate con una speciale tecnica che permette la visione dell’immagine, se riempita con acqua calda, viceversa, la scomparsa. “Se i giovani si sono inventati un lavoro, abbiamo il dovere, per quanto possiamo, di provare ad aiutarli”. La chiosa del presidente dell’UNPLI Antonio Lombardi.

VITTORIO DE CICCO

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: