ENZO NAPOLITANO NEWS

la Campania che non conosci

Archive for giugno 2013

Arpaia, alla Sagra della Salsiccia anche Gino Rivieccio

Posted by enzonapolitano su 30 giugno, 2013

rivieccioL’associazione culturale “FORCHE CAUDINE” organizza “ARPAIA STORIA E TRADIZIONI” dal 12 al14 luglio. “In Piazza del Popolo nel centro del borgo antico di Arpaia ripercorreremo insieme la storia e le tradizioni del nostro amato paese. Sulla scia della rinomata qualità in campo gastronomico del nostro territorio delizieremo i vostri palati con la SAGRA DELLA SALSICCIA PAESANA, proponendola in molteplici composizioni culinarie, dai piatti più classici a quelli più fantasiosi.Inoltre per tutti gli amanti della buona pizza sarà allestito uno spazio con forno a legna”.

Questo il programma della tre giorni di festa:

12 LUGLIO
ore 21:00 ACCENSIONE LUMINARIE PER LE VIE DEL PAESE
ore 21:30 “DIVERTIRSI IN PIAZZA”
OSPITI DELLA SERATA I PUGILI CAMPIONI OLIMPIONICI DI LONDRA 2012
VINCENZO MANGIACAPRE E DOMENICO VALENTINO

13 LUGLIO
ore 22:00
ESIBIZIONE LIVE DELL’ORCHESTRA
“MUSICANIMA LIVE BAND”
DIRETTA DAL M° ENZO CAMPAGNOLI

14 LUGLIO
ore 9:30
RADUNO AUTO D’EPOCA
ore 20:00
“GIOCA GIN” ESIBIZIONE DI DANZA, TAMMORRA E ARTISTI DI STRADA
OSPITE D’ONORE IL CABARETTISTA GINO RIVIECCIO

Annunci

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Benevento, estate di spettacoli al Teatro Romano

Posted by enzonapolitano su 29 giugno, 2013

Benevento (foto cappellari)“I Due della Città del Sole” e la Soprintendenza per i Beni Archeologici delle province di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, presentano “Risvegli della Bella Dormiente”, rassegna estiva tra teatro e musica, che si svolgerà a Benevento dal 5 luglio al 1° agosto prossimi al Teatro Romano con la direzione artistica di Luigi De Filippo.
Questo il cartellone degli spettacoli:
Martedì 16 luglio, Toni Servillo legge Napoli, un omaggio alla cultura partenopea.
Venerdì 19 luglio, la Compagnia di Operette Alfafollies, presenta “La vedova allegra”, musiche Franz Lehar, coro “Carmine Casciano”, balletto Alfaballett, regia Augusto Grilli.
Martedì 23 luglio, Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini, mettono in scena “La dodicesima notte” di William Shakespeare, regia Alberto Gagnarli.
Sabato 27 luglio, per la prima volta a Benevento, Al Bano, presenta “Il concerto del sole”.
Martedì 30 luglio, “Signorine, non guardate i marinai…”, con le Sorelle Marinetti
Venerdì 1° agosto, la chiusura con “Risvegli della Bella Dormiente”, protagonista Peppino di Capriin concerto.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Il sannita don Franco Piazza è il nuovo vescovo di Sessa Aurunca

Posted by enzonapolitano su 25 giugno, 2013

don franco piazzaA seguito delle dimissioni del vescovo emerito Antonio Napolitano, presentate a Papa Francesco, Orazio Francesco Piazza, nativo di Solopaca in provincia di Benevento, è il nuovo vescovo di Sessa Aurunca. Don Franco ha 60 anni. È professore ordinario di ecclesiologia presso la Pontificia Teologica di Napoli, cappellano magistrale del Militare Ordine di Malta e Cavaliere con funzione di Priore dell’Ordine del Santo Sepolcro. Questo il discorso di presentazione del nuovo vescovo ai fedeli della nuova diocesi: “Cari Fratelli e Sorelle della Chiesa santa di Dio, che è in Sessa Aurunca, a Voi tutti la pace e la gioia di Cristo Risorto, nostra unica speranza. Allo stupore, non senza sorpresa, nel conoscere la volontà di Sua Santità Papa Francesco, di affidarmi il ministero pastorale a servizio della Chiesa di Dio che è in Sessa Aurunca, ha fatto seguito la profonda gratitudine a Dio, Trino ed Unico, nel considerare la speciale grazia concessami di poter testimoniare, per la Chiesa e nella Chiesa, l’amore di Dio che trasforma il cuore dell’uomo e salva. A me è consegnato il compito di continuare l’opera di tanti predecessori, con umile consapevolezza e fiducioso abbandono all’azione provvidente dello Spirito Santo, nel solco tracciato da S. E. Mons. Antonio Napoletano, cui va il mio cordiale, fraterno e riconoscente saluto. Rivolgo il mio pensiero carico di affetto e di speranza a tutti Voi, soprattutto ai Sacerdoti, chiedendo generosa disponibilità nell’accogliermi e nell’aiutarmi a rendere sempre più feconda la nostra Chiesa locale; a voi Religiosi e Religiose, segno quotidiano della comune aspirazione alla pienezza del Regno di Dio; a voi Laici tutti, presenza viva e operosa della Chiesa nella difficile realtà dell’uomo. Ma proprio ora, mentre il Signore Gesù mi chiama ad esercitare una paternità incondizionata, desidero manifestare la speciale e affettuosa attenzione per i malati, gli anziani, e per chi li assiste; per le famiglie, attraversate da singolari problemi, ma primo ambito vitale per una vera formazione umana e cristiana; per quanti oggi sono senza lavoro, in un momento così critico, e per chi è costretto a vivere lontano, con la nostalgia di questa nostra Casa; per i bambini, speranza del domani, e, in particolare, per i giovani, perché abbiano coraggio, vitalità e rinnovato entusiasmo. Saluto con deferenza le Autorità civili, i Responsabili delle varie Istituzioni e delle Associazioni, con le quali mi impegno, da subito, a camminare insieme nel realizzare la giustizia ed il bene comune e perché, nella nostra Terra, continui a crescere il Regno di Dio, in una progressiva e profonda umanizzazione della realtà sociale e civile. È questo l’impegno che a tutti, in vario e specifico modo, è affidato da Dio, “creati in Cristo Gesù per le opere buone che ha predisposto perché noi le praticassimo” (Ef 2,10). Ma ricordiamolo, non è possibile nessuna opera che valga senza la comunione, senza quell’intimo legame che unisce a Dio Trinità e crea vincoli stabili tra noi, Chiesa adunata e inviata per la vita del mondo. Fratelli e sorelle, amati nel Signore, ognuno sia protagonista nel cammino di comunione, ricordando di quale Corpo è parte e impegnandosi ad essere pietra squadrata di questo edificio spirituale. Ci sia tanta carità tra noi, come malta che unisce le varie pietre, segno dell’amore di Cristo Gesù, per mezzo del quale “possiamo presentarci, gli uni e gli altri, al Padre in un solo Spirito” (Ef 2, 18), resi sempre più compatti “sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, e avendo come pietra angolare lo stesso Cristo Gesù. In lui ogni costruzione cresce ben ordinata per essere tempio santo nel Signore; in lui anche voi insieme con gli altri venite edificati per diventare dimora di Dio per mezzo dello Spirito” (Ef 2, 20-22). Dobbiamo avere serena fiducia e attivare in tal senso tutte le potenzialità e le risorse che il Signore ha profuso in abbondanza. Per quanto sento nel cuore, la consapevolezza della fragilità e la consistenza di questo delicatissimo compito sono occasione opportuna, di grazia, per riconoscere la grandezza dell’amore misericordioso di Dio che mi chiama ad un amore che “non ha fine”. Guardiamo insieme a Cristo, luce dei nostri cuori! Di Lui dobbiamo fidarci nella complessità rischiosa della nostra vita, con Lui confidarci, in un dialogo intimo e intenso che dona serenità ed equilibrio, a Lui dobbiamo sempre e totalmente affidarci, per trovare la linfa vitale per la comune umana debolezza. Cristo è l’inizio del nostro cammino, la motivazione più vera e profonda della vita; Cristo è la meta che, nello Spirito, dona pienezza a tutti i nostri giorni. Senza di Lui nulla possiamo! Da chi andremo? Fidarci, confidare, affidarci: questo è il sentiero sicuro per maturare una vera condivisione di vita ed è lo spazio di vera fraternità in cui la nostra santa Chiesa, che è in Sessa Aurunca, potrà sempre più brillare in umanità e carità. Questo breve e intenso saluto, Carissimi, segna solo l’inizio di un cammino da condividere con entusiasmo, realismo e generosa disponibilità a quanto la grazia provvidente di Dio, Trino ed Unico, disporrà per la nostra Chiesa locale; è la soglia attraverso cui si dischiude, in totale dedizione, la porta del mio cuore per servire fedelmente l’amata Chiesa che a me è affidata: perciò Fratelli e Sorelle, “che il Cristo abiti per la fede nei vostri cuori e così, radicati e fondati nella carità, siate in grado di comprendere quale sia l’ampiezza, la lunghezza, l’altezza e la profondità, e conoscere l’amore di Cristo che sorpassa ogni conoscenza, perché siate ricolmi di tutta la pienezza di Dio. A colui che in tutto ha potere di fare molto più di quanto possiamo domandare o pensare, secondo la potenza che già opera in noi, a lui la gloria nella Chiesa e in Cristo Gesù per tutte le generazioni, nei secoli dei secoli! Amen” (Ef 3, 17-21). Amati in Cristo, iniziamo il nostro cammino con la premurosa attenzione della Madre di Gesù e Madre nostra, Maria, che veneriamo con il nome di Avvocata del Popolo; Lei veglierà su di me e su Voi, a Lei potremo sempre rivolgerci con la sicura speranza di essere consolati, soccorsi e guidati. Invochiamo fiduciosi S. Leone IX e i Santi Casto e Secondino, la loro intercessione ci sosterrà. A presto, intensificando la comune preghiera: voi per me, io per tutti Voi.
Vi accompagni la mia Paterna Benedizione”

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Pago Veiano, pronta l’estate 2013 tra luci e ombre

Posted by enzonapolitano su 25 giugno, 2013

Pago VeianoSotto il cielo notturno punteggiato di stelle, lungo la strada che nella parte alta del paese attraversa il boschetto, polmone verde che lo sovrasta, il pagoveianese si concede l’immancabile passeggiata. Meglio se in compagnia di amici, parenti o vicini di casa. Prassi consolidata da anni questa, che, proprio quest’anno, per la prima volta nella storia dello “struscio” serotino, ha convinto l’amministrazione comunale a pedonalizzare la zona, dal primo luglio al 31 agosto, potenziando al contempo l’illuminazione. Facendo la soddisfazione di molti nell’apprendere la notizia. Intercettando una esigenza sempre più avvertita dagli abitanti: la passeggiata rinfrancante e refrigerante nel verde, dopo l’afa diurna. Speriamo che il provvedimento non si limiti ad una semplice pedonalizzazione, anche perché, visto il contesto, questa parte del paese andrebbe valorizzata al meglio e sfruttata a fini turistici e di marketing territoriale. Già, perché i giornali non ne scrivono, ma chi pratica la zona sa che, ormai da anni, il luogo in questione, anche per il fascino del paesaggio, espleta la funzione di rinfrancare il corpo e lo spirito del pagoveianese medio, dato che, oltre alle passeggiate, vi si pratica molto jogging‎ e footing. Questi ultimi preferibilmente in solitudine, mentre per le passeggiate si esce in compagnia, spesso a frotte che si incrociano, si scambiano saluti o due chiacchiere, prima di proseguire. Poiché i cittadini utilizzano a loro modo gli spazi urbani e naturali, molto prima che le amministrazioni intervengano o ne prendano coscienza, dovrebbe essere ormai chiaro che qualche panchina in più, una qualche installazione artistica ed anche un semplice chiosco per le granite qui su farebbe la differenza. Un belvedere unico in tutto il Sannio, che da solo basterebbe a fare turismo a Pago Veiano. Sempre, naturalmente, che ci fosse una programmazione di eventi degna di questo nome, e non delle manifestazioni, poche e raffazzonate, senza coordinazione, o tutt’al più le solite sagre stile cafonal da paese, della serie “acci peparuli e vino”, o la sola festa patronale agostana, sempre più in perdita nel corso degli anni. Ma tant’è. Già è tanto che la gente si organizzi con passeggiate, corse e tuffi in piscina, il che dimostra che almeno c’è una sensibilità per il benessere e per la forma fisica. Poi, organizzare eventi, come si sa, richiede, più che risorse economiche sulle quali i comuni iniziano i consueti piagnistei, delle menti capaci di produrre idee valide e, appunto, un grosso sforzo organizzativo. Una volta in questo paese avevamo un prete sociale, don Ugo Della Camera, che oggi riposa a San Martino Valle Caudina, il quale fu tra i primi ad attivare esperienze che tenessero vivo il paese: la chiesa sempre aperta e a disposizione dei giovani, l’annuale rassegna musicale, le gite dappertutto con i giovani del paese, il coro parrocchiale, le tombolate paesane a Natale ed il Presepe Vivente, le prime brochure turistiche sul paese, stampate in proprio, le visite, instancabili, ad anziani ed ammalati. Una stagione unica, destinata a non ripetersi più. Un’etica dell’impegno che dovrebbe appartenere a molti e valorizzare le poche risorse che si hanno, per farle fruttare. E poco importa se i giovani non sanno nulla della storia millenaria del loro paese, delle molte risorse archeologiche mai entrate a far parte di un museo di storia paesana, dei bellissimi palazzi antichi che costituivano il cuore del paese di Pago, abbattuti senza alcun criterio, in una smania distruttiva che ne ha saccheggiato la storia. Passano davanti ad uno sventrato Palazzo Casalbore, e lo chiamano “l’Occhio”. Passano davanti al Comune, e magari nemmeno sanno che lì c’era il Palazzo Marchesale. Guardano in direzione del monumento ai caduti, e non si immaginano che lì c’era il palazzo Del Pozzo-Sabetti, con tanto di bassorilievi di epoca romana ed un immenso cortile, all’interno del quale veniva a rivendere ori e argenti un antico commerciante, prima di essere derubato di tutto lungo il tragitto e non rimettere mai più piede a Pago Veiano. Assistono impotenti al degrado di Palazzo Povere, lungo il corso Margherita, e non sanno che è appartenuto al senatore del Regno, Nicola Polvere, e che qui c’era il salotto buono del paese. Vedono un enorme edificio una volta scuola elementare, e non sanno perché da anni sia vuoto ed inutilizzato. Passano davanti all’ossatura di un edificio mai completato, e non sanno che nella migliore delle ipotesi avrebbe dovuto essere una sala per conferenze, prima che i fondi per realizzarla fossero finiti. Si recano all’isola ecologica e si chiedono perché uno spazio di quelle dimensioni non possa trasformarsi da immondezzaio a zona vivibile per gli abitanti, con attività sportive, ricreative e culturali. Ecco a voi Pago Veiano: il paese delle mille contraddizioni. Una storia tormentata e la romantica visione del suo belvedere dalla zona boschetto. Tutto sommato, la bellezza del Creato che sempre riemerge sugli errori degli uomini.

LUCIA GANGALE

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

I Sancto Ianne in concerto sabato a Molinara

Posted by enzonapolitano su 25 giugno, 2013

sancto ianneI Sancto Ianne saranno in concerto a Molinara sabato 29 giugno in piazza Madonna delle Grazie, nell’ambito della Sagra della Trippa. Nel corso della serata, il gruppo presenterà i brani tratti dal loro ultimo lavoro discografico intitolato “Trase”, prodotto dall’etichetta piemontese Folkclub Ethnosuoni, che ha visto la luce sei anni dopo l’ultimo fortunato disco “Mò siente”, arrivato in finale alla targa Tenco. Il disco consta di ben 14 tracce che non richiamano solo la tradizione, ma parlano anche di tematiche attuali come la precarietà del lavoro. Molto curate le sonorità con l’aggiunta del pianoforte in un paio di occasioni. Tra le collaborazioni a questa nuova esperienza di musica popolareva segnalata quella dell’attore Silvio Orlando e della vocalist degli Uaragniaun, Maria Moramarco. Insieme al nucleo storico del gruppo (Gianni Principe, Ciro Schettino, Raffaele Tiseo, Sergio Napolitano, Massimo Amoriello, Alfonso Coviello) sul palco si alternano anche Emanuele Vicerè (percussioni), Domenico Panella (percussioni e chitarra battente) e Fabio Fallarino aka Shark Emcee.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Pozzuoli, al Vulcano Solfatara l’anteprima di Malazè

Posted by enzonapolitano su 24 giugno, 2013

Malazè - cena in vignaGrande festa al Vulcano Solfatara per l’anteprima della VIII edizione di Malazè Incontro dibattito sui grandi eventi enogastronomici della Campania e cucina geotermica con assaggi dei ristoratori flegrei. Rosario Mattera ha presentato alcuni appuntamenti della manifestazione che si terrà dal 7 al 17 settembre 2013. Grande festa al vulcano Solfatara di Pozzuoli per l’anteprima dell’VIII edizione di Malazè, l’evento archeoenogastronomico dei Campi Flegrei. Oltre settanta i giornalisti e i foodblogger accreditati. Ampia la partecipazione dei ristoranti e delle cantine del territorio per l’anteprima che si è svolta lunedì 17 giugno. La serata si è aperta con l’incontro pubblico sui grandi eventi enogastronomici regionali moderato da Luciano Pignataro, giornalista de “Il Mattino” ed ideatore e curatore del wineblog lucianopnataro.it a cui hanno partecipato Diana Cataldo e Massimo Iannaccone di “Campania Stories”, Albert Sapere di “Le Strade della Mozzarella”, Donatella Bernabò Silorata, giornalista e ideatrice di “Wine and the City” e Rosario Mattera, ideatore ed organizzatore di “Malazè”.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Caserta, al Planetario di Caserta l’astronomia raccontata ai più piccoli

Posted by enzonapolitano su 24 giugno, 2013

planetarioIl Planetario ha organizzato (come già a dicembre 2011) un ciclo di spettacoli intitolato “L’astronomia raccontata ai più piccoli”, al fine di offrire anche alle famiglie e alla cittadinanza la visione degli spettacoli normalmente disponibili per le scolaresche.Si tratta di spettacoli specificamente ideati e realizzati per bambini e ragazzi tra i 5 e gli 12 anni che il Planetario ha in programmazione solo per le scuole (Primarie e Secondarie di Primo Grado) e che, quindi, sono di norma esclusi dalla programmazione del sabato e della domenica. Peraltro, in occasione degli spettacoli del ciclo, si applicherà a tutti gli spettatori la tariffa del biglietto ridotto. Per il mese di giugno 2013, gli spettacoli del Planetario saranno programmati ogni martedì, alle ore 20 (ingresso consentito dalle 19.40). Programma dettagliato e sintesi degli spettacoli sul sito http://www.planetariodicaserta.it nella sezione “Spettacoli”, pagina nella quale sono pubblicate anche tutte le informazioni utili alla visita. Il Planetario è una struttura del Comune di Caserta, realizzata con fondi dell’Unione Europea; da settembre 2012, è gestito dall’Associazione Temporanea di Scopo “Planetario di Caserta” costituita da III Circolo Didattico di Caserta, Istituto Comprensivo “A. Ruggiero – L. Vanvitelli” di Caserta, Istituto Tecnico Statale “Michelangelo Buonarroti” di Caserta.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Taglialatela al Montesarchio. Mataluni: “E’ la persona giusta”

Posted by enzonapolitano su 24 giugno, 2013

montesarchio-torreNicola Taglialatela è il nuovo Direttore Generale dell’A.C. Montesarchio. La squadra caudina, dopo aver mancato per un soffio la promozione in Eccellenza, si rinnova e si prepara alla nuova stagione, aggiungendo alla squadra dirigenziale un pezzo da novanta del calcio sannita. Cinquantotto anni, esperienza quarantennale nel mondo del calcio, Nicola Tagliatela può vantare un curriculum invidiabile: d.g. all’Atletico Benevento, alla Ferrini e alla Milan Sannio; responsabile settore giovanile allo Sporting Benevento e all’Avellino, quando i biancoverdi militavano in serie A; team manager del Benevento Calcio, solo per citare alcuni incarichi. Le sue prime parole da Direttore Generale dell’A.C. Montesarchio: “Come prima cosa, ci tengo a ringraziare il presidente dell’Atletico Benevento Biele e tutta la società. E’ stata una collaborazione divertente”. Per quanto riguarda il nuovo cammino: “La coppia Nazzaro – Mataluni già in passato mi ha cercato, e questo per me è  motivo di orgoglio e soddisfazione. E’ una società che rappresenta un grande centro, una grande tifoseria. Lavoreremo a 360 gradi in tutti gli ambiti, non vedo l’ora di iniziare”.Molto entusiasta anche il patron del Montesarchio Biagio Flavio Mataluni: “Con Taglialatela arriva tanta competenza e professionalità al servizio dell’A.C. Montesarchio, ma soprattutto onestà in una carica così fondamentale, dopo le brutte esperienze avute in passato. Abbiamo preso la persona giusta in questo ruolo e avrà carta bianca su tutto. Curerà, infatti, sia la parte sportivo-agonistica che quella societaria. Nicola ci aiuterà anche nell’organizzazione del settore giovanile sul quale la società punta molto”.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Cervinara, pronta la XIII edizione di “Nonsolorock”. Tutto il programma.

Posted by enzonapolitano su 24 giugno, 2013

nonsolorockDefinito il programma di “Nonsolorock festival”, tredicesima edizione. Si svolgerà a Cervinara (AV) nei giorni 26-27-28 luglio, al borgo Ioffredo/Castello. Ingresso libero. Direttore artistico Enzo Cioffi. Ecco quali artisti si esibiranno nella tre giorni:

26 luglio
1) Chaos Conspiracy, hardcore-healing & easylistening/Benevento
2) Indubstry, reggae/Napoli
3) Shotgun Babies, grunge-alternative rock/Lecce
4) The Rust & the Fury, indie rock/Perugia

27 luglio
1) Carola Moccia, cantautorato-alternative rock/Napoli
2) Luminal, cantautorato post-rock/Roma
3) Muiravale Freetown, roots-reggae/Roma
4) Arrows of Love, alternative rock/London

28 luglio
1) Moongoose, experimental post-rock, Airola (Bn)
2) The Mantra Atsmm, post-rock/Napoli
3) Black Manila, psyco garage/London
4) RFC, ska core/Caserta

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Presentata lal’XI edizione della “Stramontesarchio”

Posted by enzonapolitano su 23 giugno, 2013

XI StramontesarchioPresentata l’XI edizione della “Stramontesarchio”, la gara podistica cittadina organizzata dall’Associazione Podistica Dilettantistica Valle Caudina, in programma il 1 settembre 2013. Per la prima volta, la competizione sannita è stata inserita come finale nel Campionato Regionale Master a Squadre FIDAL – Federazione Italiana Atletica Leggera. “Abbiamo bisogno di associazioni che si auto organizzano – dichiara Franco Damiano, Sindaco di Montesarchio – e che propongono sport. E’ qualcosa che fa bene alla comunità e mi congratulo con la società che promuove questa manifestazione. Si tratta di attività sportive che coinvolgono l’intera Valle Caudina e questo non può che essere positivo per il futuro, nell’ottica di progetti comuni”. Nel corso della gara, con partenza alle ore 9,30 da Piazza Umberto I, atleti provenienti da tutto il territorio campano si metteranno alla prova in un percorso di 10 km. “Questa edizione della manifestazione – spiega Pietro Meccariello, Presidente dell’ASD Podistica Valle Caudina – ha un doppio valore: sia dal punto di vista sportivo, perché la nostra associazione è stata insignita dell’onore di organizzare la finale del Campionato Regionale a Squadre FIDAL, sia dal punto di vista sociale, in quanto parte dell’incasso sarà devoluto a Telethon”.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »