ENZO NAPOLITANO NEWS

la Campania che non conosci

Airola, padre Pasquale Gravante è il nuovo parroco di San Michele a Serpentara

Posted by enzonapolitano su 24 ottobre, 2011

Ad Airola insediamento ufficiale per il nuovo parroco di San Michele a Serpentara: è padre Pasquale Gravante, 40 anni, dell’ordine dei Passionisti, originario di Grazzanise, in provincia di Caserta, già amministratore della parrocchia di Calvi Risorta. La comunità cristiana lo ha accolto ieri, 23 ottobre alle 9,30 nel cuore del centro storico, in piazza Vincenzo Lombardi. Da qui, con il vescovo, monsignor Michele De Rosa, il provinciale dei Passionisti, Enzo Del Brocco, il sindaco, Michele Napoletano, la Giunta comunale e parte del clero locale, è partito un breve corteo attraverso via Firenze fino alla storica chiesa di San Michele, forse la più antica della città, da 13 anni affidata ai padri Passionisti. Durante l’omelia il vescovo ha esposto il sgnificato religioso dell’evento: “In testa ai nostri sentimenti – egli ha detto – prevale sicuramente la gratitudine a Dio perché ha scelto per noi una guida autorevole. Ancora una volta Dio si rivela essere un Padre amorevole che vuole il bene dei suoi figli. Grazie allo Spirito Santo che è anima e guida della Chiesa. Siamo riconoscenti a Gesù, nostro Signore e Maestro, al quale padre Pasquale ha consacrato la sua vita per essere suo discepolo per sempre. Gesù è il nutrimento che sostiene la nostra vita e la rende ricca di senso e padre Pasquale viene a darci questo nutrimento”.  Vivo entusiasmo ha manifestato per l’occasione anche il consiglio pastorale: “La comunità parrocchiale, colma di gioia, è in pieno fermento – si legge in una nota – per questo singolare evento di grazia che ha dato nuovo slancio pastorale alla parrocchia”. Nei giorni che hanno preceduto l’insediamento, padre Pasquale aveva già incontrato i giovani, gli adulti e le realtà  presenti in parrocchia: gli animatori liturgici, i catechisti, l’Azione Cattolica, il gruppo di preghiera “Padre Pio”, il comitato festa Maria Santissima. Addolorata e tutti gli operatori pastorali. L’avvento del nuovo, giovane parroco, è stato preceduto da tre giornate di riflessione cristiana e di festa, organizzate dai fedeli. La parrocchia di San Michele a Serpentara, risalente al XVI secolo e restaurata nel 2005 per volontà dell’allora parroco, padre Stefano Pompilio, scomparso nel gennaio 2011, era stata affidata al pro tempore, padre Antonio Graniero, che l’ha tenuta fino a metà settembre scorso.

ENZO NAPOLITANO

Nella foto: il vescovo di Cerreto Sannita, mons.Michele De Rosa con il neo parroco p.Pasquale Gravante

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: