ENZO NAPOLITANO NEWS

la Campania che non conosci

Archive for aprile 2011

Airola, Domani passeggiata in bici con i Grillini

Posted by enzonapolitano su 30 aprile, 2011

Il MoVimento 5 Stelle Airola organiza per domenica 1 maggio una passeggiata ecologica in bicicletta lungo le strade di Airola. La passeggiata vuole essere un incentivo all’uso della bicicletta, confidando che nel fututo Airola possa avere più percorsi ciclabili e una viabilità più sostenibile che possa ridurre notevolmente gli spostamenti in auto.
PROGRAMMA: ore 11.00: raduno presso la sede del MoVimento in via sorlati a seguire: passeggiata lungo le strade di Airola, sosta in centro per un caffè, ripresa della passeggiata. In caso di avverse condizioni metereologiche la passeggiata sarà posticipata a domenica 8 maggio.

Nella foto: Il castello di Airola, in un dipinto della prof. Enza Napolitano.

Annunci

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Torre del Greco, Dal 3 al 9 maggio la Settimana della cultura europea

Posted by enzonapolitano su 30 aprile, 2011

Anno Europeo del Volontariato. L’associazione culturale “Prometeo” di Torre del Greco, nell’ambito delle celebrazioni della Festa dell’Europa, dal 3 al 9 maggio 2011, promuove la Settimana della cultura europea. La kermesse, giunta alla nona edizione, prevede incontri, convegni e mostre in diversi comuni del vesuviano ed è promossa in collaborazione con il Santuario Maria SS. del Buon Consiglio di Torre del Greco,  con l’ Associazione Nazionale “Amici dell’Arte” Onlus – Sez. Campania e con l’Associazione A.L.I. Onlus.
Questi gli appuntamenti dei primi due giorni:

Martedì 3 maggio 2011,  nella Città del Corallo si apriranno le manifestazioni della kermesse europea. Alle ore 10:00 nell’Aula Consiliare del Comune di Torre del Greco si svolgerà il convegno 2011. Anno europeo del volontariato. Dopo l’introduzione di Francesco Manca, presidente dell’associazione Prometeo, seguiranno gli interventi di Ciro Borriello, sindaco del Comune di Torre del Greco; Michele Polese, presidente del Consiglio Comunale di Torre del Greco, Rosario Rivieccio, vice sindaco del Comune di Torre del Greco con delega alla Cultura ed Eventi; Vittorio D’Alesio, presidente del Forum dei Giovani di Torre del Greco; Romina Tavormina, psicologa volontaria presso UOSM 57 Torre del Greco, distretto salute mentale ASL NA 3 SUD; Mario Furlan, docente universitario di Motivazione e fondatore dei City Angels.
Martedì 3 maggio alle ore 18:00 a Torre del Greco nelle sale della Biblioteca Comunale “E. Aprea” di Villa Macrina in via Nazionale n. 601 si terrà, a cura delle associazioni “Prometeo” e  “Amici dell’Arte” Onlus – Sez. Campania, l’inaugurazione della rassegna d’arte PENSARE EUROPEO.  La mostra resterà aperta al pubblico fino a domenica 8 maggio 2011 e sarà visitabile dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle 15:00 alle ore 18:00.
Mercoledì 4 maggio alle ore 10:00  nell’Aula Magna dell’IIS “A.Tilgher”, di Ercolano in Via A. Rossi n. 3    si terrà il convegno: La cultura della solidarietà per promuovere i valori della fratellanza e della pace tra i popoli. Introduce: Francesco Manca, presidente associazione culturale “Prometeo”. Interventi: Giuseppina Principe, dirigente scolastico dell’IIS “A. Tilgher”; Vincenzo Strazzullo, sindaco del Comune di Ercolano; Ubaldo Grimaldi, (Il Sole 24 Ore – Scuola); Alberto Corbino, responsabile cooperativa “Mani Tese”; Rosanna Rivas, giornalista e scrittrice; Angelo Di Gennaro, testimonial nazionale AMREF

FRANCESCO MANCA

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Palazzo Casalbore, Un mistero a Pago Veiano

Posted by enzonapolitano su 30 aprile, 2011

Ad una settimana dall’inizio della campagna elettorale (a maggio Pago Veiano si vota per il rinnovo del consiglio comunale), capita di chiedersi se, al di là dei soliti personalismi, i candidati in lizza (tre liste) si siano guardati un po’ intorno per interrogarsi sulle incompiute di questo ameno centro del Sannio. La posizione invidiabile – vicino alla città e contemporaneamente immerso nel verde, con un belvedere da fare invidia a tutti gli altri centri del Sannio – ne farebbe un centro di richiamo turistico, se solo vi fosse un minimo di programmazione ed un po’ di attenzione alla cultura che genera eventi di richiamo. Pura fantascienza in tale contesto, sul quale, ultimamente, anche osservatori lontani da sempre dalla terra di origine si affaticano a volere dare improbabili spiegazioni giornalistico-ambientali-sociologiche…
Tanto, comunque, sarebbe se si iniziasse dall’attenzione per i territorio. L’estetica è migliorata, certo, ma alcuni misteri restano…
Non parliamo, stavolta, di palazzo Povere a corso Margherita. Ormai non è più un arcano che il degrado che da sempre lo interessa, non è dipeso da negligenza dei proprietari, ma dall’atteggiamento di amministratori distratti, i quali non hanno mai dato risposta alle numerose sollecitazioni e raccomandate loro pervenute in questi anni (a richiesta, sarò lieta di fornire la documentazione in mio possesso).
Nemmeno un mistero è che l’incuria del tempo e degli uomini abbia fatto andare in rovina la Torre di Terraloggia.
Piuttosto oscura resta, ad oggi, la destinazione di palazzo Casalbore, al centro di una zona denominata “Occhio”. Dopo anni dal restauro, che ne ha ridotto la sagoma, l’unica funzione ad oggi sembra essere solo quella di parcheggio. Nessun uso, nessuna fruizione, nessuna funzionalità specifica lo interessano. Potrebbe averne tante: centro per anziani, museo ristorante caffetteria, luogo di ritrovo per persone di tutte le età… Una opzione non esclude l’altra.
Ma ancora più interessante sarebbe conoscere come, tra il palazzo e le graziose case in pietra del progetto “Occhio”, si trovi un’enorme vano destinato a discarica, dove trovare di tutto, come si può vedere dalle foto. Sono felici, gli abitanti della zona, di abitare proprio al di sopra di una maleodorante discarica parte al coperto e parte a cielo aperto? Con tutte le tasse – triplicate – che nell’anno in corso hanno pagato per il servizio spazzatura?

LUCIA GANGALE

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

L’artista Pasquale Rossetti in mostra a San Clemente

Posted by enzonapolitano su 30 aprile, 2011

E’ stata inaugurata in via Campanella a San Clemente la personale dell’artista Pasquale Rossetti dal titolo ‘Un ragazzo in cerca di colori’.  Una mostra di arte pittorica, unica nel suo genere, in cui i temi di natura sociale (quali il razzismo, la povertà e il divario tra il Nord e il Sud del mondo) si mescolano efficacemente con quelli interiori del protagonista per dare vita ad uno stile essenziale. Uno stile in cui emergono con chiara evidenza l’animo sensibile e tormentato dell’artista, segnato dalla prematura scomparsa del padre, e quello del soldato, che non è rimasto indifferente alle immagini che lo hanno accompagnato nelle numerose missioni umanitarie all’Estero. Al centro c’è spazio anche per il fascino della natura e la bellezza dei suoi paesaggi ma anche per il credo religioso di Rossetti che non ama definirsi un pittore ma una persona capace di comunicare attraverso le immagini, le forme e soprattutto i colori. Diplomato alla scuola d’arte ‘San Leucio’ di Caserta e vincitore di numerosi premi, Pasquale Rossetti inizia a dipingere a 14 anni. Del suo talento si sono accorti nel ’99 anche i network nazionali che hanno ospitato i suoi quadri nell’ambito di un noto programma televisivo. La mostra resterà aperta al pubblico e potrà essere ammirata fino a metà maggio.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

“Fare il giornale nelle scuole” il 3 e 4 maggio a Benevento

Posted by enzonapolitano su 30 aprile, 2011

Si è svolta a Roma, presso la Sala Ocera dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti in via Parigi, 11 la Conferenza stampa di presentazione della Cerimonia di Premiazione della VIII edizione del Concorso “Fare il giornale nelle scuole” che si svolgerà a Benevento il 3 e 4 maggio 2011. Sono intervenuti il Presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti Enzo Iacopino e il   Coordinatore del gruppo di Lavoro Fare il giornale nelle scuole Giovanni Fuccio. Per la manifestazione sannita, questi i contatti: Ufficio Stampa Consiglio nazionale Ordine dei giornalisti, 06.68623.262 – comunicazione@odg.it

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Valerio Mello, poeta della nostalgia

Posted by enzonapolitano su 30 aprile, 2011

Non si può fare  a meno di leggere le poesie di Valerio Mello tutte d’un fiato. E’ l’incontro tra l’io e il suo passato, tra la forma e la materia, tra la nostalgia e la speranza. Nei versi di Mello c’è tutto quello che l’uomo racchiude dentro e soffoca: quel vuoto dell’anima che può emergere soltanto se si scava nel profondo e si colora con i sentimenti del cuore.
Versi inferi” è una raccolta di poesie estremamente raffinata: leggendole viene in mente l’estetismo dannunziano nella lucidità del verso, l’ermetismo tragico di Ungaretti, la sinteticità logica di Montale, il latente senso del dolore di Pascoli. Insomma Mello ha saputo fondere l’essenza dell’uomo attraverso il suo rapporto costante e inscindibile con l’anima, in una società sempre più lontana dal ricordo e proiettata sul futuro senza radici. C’è anche Moravia e l’io consumato dal futile nella bellissima sintesi (Kore XXXV):
Noia: quattro lettere
e sento il peso dell’inchiostro
Il ricordo poi si fa struggente e il passato ritorna senza speranze nell’assunto (Di sera XXIII):
La felicità era un letto,
il non pensare,
sentire la tua pelle intorno alla mia.
La felicità era un bacio,
forse proprio tu,
in quell’istante,
e nulla più.
E infine ho visto Pascoli ed anche la classicità del buon Carducci nella fontana sofferente come il cuore dell’uomo moderno. Grande e potente la chiusura (Kolymbetra XII):
Dal getto sgorga
arso e secco un pensiero
fra le gocce che martellano.
Scuote il mattino.
“Versi inferi” (Edizioni Tracce Pescara, 2011) di Valerio Mello restituisce le emozioni dell’anima ed apre alle sensazioni sopite. Questo  giovane poeta ha compreso bene il senso e la dimensione soffusa del ricordo, riscoprendolo in una poderosa struttura del verso finalmente legato ai grandi della letteratura italiana del Novecento.

ENZO NAPOLITANO

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

25 aprile, L’Italia fu liberata, ma il popolo dov’era ?

Posted by enzonapolitano su 25 aprile, 2011

liberazioneRicorre ancora una volta la festa del 25 aprile, quella della liberazione dal nazifascismo. Una festa importante per il nostro Paese, che ricorda la lotta drammatica per la democrazia. Peccato che questa lotta fu lotta di pochi. Il popolo italiano, ha assistito spesso alla finestra; si è fatto liberare e alla fine ha accettato una nuova condizione di vita, così come passò all’unità d’Italia grazie alla diplomazia del Cavour, alle annessioni e a un manipolo di garibaldini. Ancora una volta, anche in quella occasione, pochi furono i veri patrioti. E l’Italia fu unita, non di certo grazie al popolo. Così come accadde con l’avvento del Fascismo: tutto avvenne in modo “indolore”, grazie a un re inerme e ad un parlamento cialtrone. Folle oceaniche hanno osannato Mussolini nel suo ventennio: anche quando firmò la dichiarazione di guerra e si lanciò con Hitler nella sua folle impresa. Quelle stesse folle che pochi anni più tardi osannavano agli Ameircani liberatori. Milioni di fascisti dichiarati, non sempre forzati ad esserlo (ed erano tanti), dopo il ’45 si sono riscoperti democratici. Ancora una volta in modo indolore. Da un’accozzaglia di staterelli prerisorgimentale ad oggi l’Italia certo è cambiata, si è unità, ma sempre in modo “soft”: mai una rivoluzione, un sussulto che ci abbia visto coralmente protagonisti del nostro futuro ( come è avvenuto in Francia, in Inghilterra, negli Stati Uniti). Ecco perchè in questi Paesi la gente avverte forte, nel proprio sangue il sentimento dell’unità nazionale. Noi al contrario, come popolo, nella nostra storia abbiamo sempre “delegato”. Solo nella primavera del ’45 la popolazione cominciò ad insorgere contro le truppe nazifasciste. La resistenza ha giocato un ruolo di coordinamento e di cerniera fondamentale, ma se non ci avessero “scosso” dal torpore gli Alleati, diciamolo francamente, forse da solo il popolo italiano non avrebbe trovato la forza e la buona volontà per autoaffrancarsi.

Ma al di là di queste amare considerazioni, il 1945 è stato davvero l’anno della nostra rinascita democratica. Furono queste le tappe della Liberazione: Il 10 luglio 1943 gli Alleati sbarcavano in Sicilia al comando del generale George Patton. Era l’inizio della liberazione d’Italia, come disse il generale Eisenhower, per “ristorare l’Italia come nazione libera”. Tutto cominciò con la presa di Pantelleria, poi, nell’arco di un mese, le forze anglo-americane liberarono l’intera isola, giungendo a Messina il 17 agosto. Il 3 settembre l’ottava armata inglese di Montgomery sbarcava in Calabria, sei giorni dopo gli americani al comando del generale Clark prendevano terra a Salerno. Il 1° ottobre Napoli viene liberata, ma la linea Gustav, all’altezza di Montecassino, blocca l’avanzata alleata fino alla primavera del ‘44. A giugno l’avanzata alleata libera Roma, ma è ancora arrestata dal secondo poderoso baluardo difensivo tedesco, la linea Gotica. Solo nella primavera del ‘45 la linea cade, la Toscana è libera e le truppe alleate irrompono nel Nord Italia. Il 21 aprile le truppe del generale Alexander entrano a Bologna, nei giorni successivi, gli Alleati raggiungono Milano, Genova, Venezia. E trovano le città già liberate dalle truppe partigiane del Comitato di Liberazione Nazionale. Nelle città la popolazione insorge contro le truppe d’occupazione nazista e contro i fiancheggiatori fascisti. I tedeschi sono in rotta verso i valichi alpini e a Dongo, sul lago di Como, Mussolini viene catturato dai partigiani.Il 25 aprile l’Italia è completamente liberata.

ENZO NAPOLITANO

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Che sia per tutti la pace. Buona Pasqua !

Posted by enzonapolitano su 23 aprile, 2011

Se il Natale è la festività che raccoglie la famiglia, riunisce i parenti lontani, che più fa sentire il calore di una casa, degli affetti familiari, condividendoli con chi è solo, nello struggente ricordo del Dio Bambino; la Pasqua invece è la festa della gioia, dell’ esplosione della natura che rifiorisce in Primavera, ma soprattutto del sollievo, del gaudio che si prova, come vincere un dolore che creava angoscia.
La Pasqua è una forza, una energia d’amore immessa nel Creato, che viene posta come lievito nella vita degli uomini ed è una energia incredibile, perché alimenta e sorregge la nostra speranza di risorgere anche noi, perché le membra devono seguire la sorte del capo; ci dà la certezza della Redenzione, perché Cristo morendo ci ha liberati dai peccati, ma risorgendo ci ha restituito quei preziosi beni che avevamo perduto con la colpa.

Ora il mio personale pensiero va a quanti soffrono la disperazione, la solitudine e il dolore quotidiano: che la Pasqua del Signore doni loro la speranza e la forza di ricostruire serenamente la vita e di superare il dramma della sofferenza e del dolore, alla luce dell’esperienza del Cristo morto e risorto.

Serena Pasqua a tutti

ENZO NAPOLITANO

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Pozzuoli, Al Tassinari incontro su bradisimo e risorse geotermiche

Posted by enzonapolitano su 18 aprile, 2011

Area Flegrea: tra rischio bradisismo e risorse geotermiche” questo il tema della conferenza dibattito che si terrà oggi all’Isis Tassinari in via Fasano, 13 a Pozzuoli. Introducono l’avvocato Dario Sessa (dirigente scolastico Isis Pozzuoli) e il professor Raffaele Giamminelli (storico).
Intervengono il dottor Marcello Martini (direttore dell’Osservatorio Vulcanologico Vesuviano), il dottor Mauro Di Vito (vulcanologo) e il dottor Giuseppe Di Natale (geofisico). Modera Ciro Biondi (giornalista)

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Il Giordani di Caserta incontra la “Naples American High School“

Posted by enzonapolitano su 18 aprile, 2011

Importante scambio culturale con la “Naples American High School“ della base NAVY di Gricignano (CE) con l’ITI-LS “ F.Giordani “ Caserta che il giorno 19 aprile ospiterà gli studenti americani . Nel corso della visita gli ospiti potranno seguire le lezioni in varie classi e negli attrezzati laboratori della scuola. A seguire ci sarà uno spettacolo musicale della “Naples American High School  “Jazz Rhythm and Blues Band “, diretto dal maestro Gary Marvel, per gli alunni del Giordani e per le loro famiglie. Successivamente il 28 Aprile, un gruppo di allievi del Giordani si recherà alla scuola americana presso la sede NAVY di Gricignano dove avrà la possibilità di seguire lezioni delle varie discipline in lingua inglese . Tutto ciò è stato possibile grazie all’impegno della professoressa   Roberta.Pennasilico  docente di Italiano della Naples American High School e dei docenti  dell’ ITI-LS “F. Giordani”, Sebastiano Marco Giorgio , Angela Raucci, Marella Sciano e Olimpia Gallicola.“Gli scambi educativi rivestono un ruolo importante nella programmazione didattica dell’Istituto Giordani che intende educare gli allievi non solo alla cooperazione internazionale e alla pace, ma anche prepararli alla loro futura vita di cittadini del mondo, potenziando la conoscenza e l’uso della lingua straniera, per utilizzare e sfruttare le competenze linguistiche in contesti reali ed inediti, ampliare le conoscenze storico – culturali e territoriali “ ha detto il dirigente scolastico Francesco Villari.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »