ENZO NAPOLITANO NEWS

la Campania che non conosci

Sant’Agata de’Goti, Un mistero “la piramide” sotto collina Ariella

Posted by enzonapolitano su 1 febbraio, 2011

Guardate questa foto. Non siamo in Egitto, ma alla periferia di Sant’Agata de’Goti. E’ la collinetta Ariella: ha una strana forma: sembra una piramide. Troppo ben squadrata per essere stata plasmata dai venti. Per ora è un mistero di cui si stanno occupando archeologi ed esperti di egittologia. Riportiamo a riguardo la sintesi un articolo pubblicato dal sito Sannioweek a firma della collega Nina Lavorgna:

Pare proprio che la collinetta “Ariella”, sita a due chilometri dal centro storico di Sant’Agata de’Goti, nella strada provinciale Caradina, desti tanto interesse per la sua particolare conformazione ben visibile. Un appassionato di archeologia e ufologia il signor Leonardo B. Romano, incuriosito dal suo aspetto e stimolato da un articolo letto sul mensile Focus, che metteva in discussione la natura di questa collinetta, ha avviato una serie di ricerche e indagini. Archeologi ed esperti in materia hanno definito la piramide beneventana simile a quella bosniaca di Visoko risalente a 12.000 anni fa. La piramide dell’Ariella sembrerebbe una collina modellata dalla mano dell’uomo, rimasta incompiuta forse per qualche sopravvenuto impedimento. Il fatto che si trovi nell’area archeologica dell’antica Saticula, cui è collegata da un paio di gallerie, avvalora l’ipotesi di una civiltà, o comunque di un nucleo umano organizzato preesistente alla civiltà osca. Altro elemento a favore dell’ipotesi è il ritrovamento di sfere litiche nell’area. Le misteriose sfere di pietra, per ora non hanno una spiegazione, potrebbero essere di manifattura umana e molto simili a quelle scoperte nei pressi delle piramidi bosniache ed a quelle più famose del Costa Rica. Altra stranezza risalente a cinquant’anni fa quando si tentò un’apertura di una cava estrattiva,ma subito chiusa,tutt’oggi non se ne conoscono i motivi. Vista la natura umana della piramide potrebbe essere opera dei romani? Perché mai i romani avrebbero dovuto nascondere l’esistenza della piramide stessa, non lasciando alcuna traccia, così come invece è stato fatto per la piramide di Cestia voluta da Caio Cestio?
Benevento nasconde un grande legame con il mondo egizio. Il Tempio di Iside di Benevento, oggi scomparso, era un santuario alla dea egizia elevato dall’imperatore Domiziano tra l’88 ed l’89 d.C. La collinetta Ariella è una semplice altura dalla conformazione geometrica, oppure nasconde in se il mistero delle piramidi? E se la collinetta è una piramide da chi e perché è stata costruita? (SANNIOWEEK)

Foto satellitare da Google Maps

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: