ENZO NAPOLITANO

Storie a un passo dalla vita

Al Comunale di Airola, Casillo presenta con successo “‘O Miedeco d’ ‘e pazze” di Eduardo Scarpetta

Posted by redazione su 26 marzo, 2009

benedetto-casillo-2Appuntamento di prestigio per la Rassegna 2008-2009 al Teatro Comunale di Airola: Benedetto Casillo presenta “‘O Miedeco d’ ‘e pazze” di Eduardo Scarpetta, per la regia dello stesso Casillo. Tra le opere di Scarpetta, è questa la più popolare e rappresentata: un gioiello di comicità. Una galleria di personaggi pittoreschi, a volte grotteschi, altre volte surreali, ma sempre esilaranti. “‘O Miedeco d’ ‘e pazze” è stata cavallo di battaglia di molti grandi interpreti del nostro teatro di tradizione, tra cui lo stesso Eduardo De Filippo. Poteva non provarci anche il bravo Benedetto Casillo? Non è stato facile per il noto attore partenopeo misurarsi con la versione cinematografica di Totò che tutti ricordiamo. I riferimenti venivano automatici. Allora, nel pieno rispetto dello spirito del testo originale, ecco la trovata originale:Casillo ha adattato il copione alle sue personali corde interpretative. Ha snellito i dialoghi, riscrivendoli in un linguaggio più vicino ai giorni nostri. Ha aggiunto nuove battute. Ha dato spazio alla fantasia. Ha confezionato uno spettacolo semplice, senza effetti speciali. Un gioco fanciullesco, per ridere di gusto, come si rideva una volta. Senza volgarità. E come per magia la piece cambia pelle. La trama la conosciamo tutti: il sindaco di Roccasecca, Felice Sciosciammocca, decide di regalare un manicomio ai suoi concittadini, a fare da primario sarà Ciccillo, adorato nipote del sindaco. Il giovane vive a Napoli dove lo zio lo ha mandato a studiare proprio per potergli affidare questo compito. In realtà la vita di Ciccillo è tutta dedita al gioco e al divertimentoo-miedeco-de-pazzi-casillo e il traguardo della laurea è ben lontano. Per il giovane sembra andare tutto bene fino a quando non arriva a Napoli lo zio con la famiglia al gran completo per informarsi sull’avanzamento degli studi del nipote e, perché no?, compiacersi dei suoi successi. L’emergenza mette in moto la fantasia del giovane e da qui nascono una serie di equivoci di grande impatto comico grazie soprattutto a Benedetto Casillo. Pubblico soddisfatto. Due ore di sano divertimento. Bravo il primo attore, ovviamente, ma con lui, tutto il cast è stato di ottimo livello e all’altezza del ruolo.; molto curata anche la scenografia, capace di ricreare l’atmosfera di inizio Novecento in cui la storia si svolge. Insomma una ottima performance.

ENZO NAPOLITANO

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: